CONDIVIDI
Luciani Sindaco Francavilla

Un solo mandato oppure due, se riconfermato nella prossima tornata elettorale, ma Antonio Luciani non ha dubbi: “Non lasceremo un euro di debito a chi verrà dopo di noi”. La frase fa parte di un’articolata risposta a mezzo Facebook a Rocco Storto di Aria Nuova per Francavilla che aveva analizzato, anche sul sito di Aria Nuova, la questione del cosiddetto “Bilancio della Rinascita”.

Analizzando vari punti, Luciani confuta quanto riportato da Storto e poi conclude con frasi che fanno già capire sarà aspro il confronto elettorale tra le varie forze in campo: “Noi governiamo con sentimento e non con risentimento, questo ci consente di guardare ai problemi e risolverli con obiettività. Di certo c’è che, nonostante i tanti investimenti, non lasceremo un euro di debito a chi verrà dopo di noi. E’ chiaro che l’esser riusciti in soli cinque anni a riparare a decenni di operazioni discutibili e soprattutto a fare ciò che altri non sono riusciti a fare, può essere frustrante per loro, ma nella vita bisognerebbe avere almeno l’onestà intellettuale di farsi spiegare da chi ne capisce di più prima di pontificare su tutto”, scrive Luciani. “Si rischiano altrimenti solo brutte figure. La trasparenza per noi è un modo di amministrare e non ci agitiamo più di tanto dinanzi alle ricostruzioni di fantasia ma serenamente spieghiamo come stanno le cose.
Non ci agitiamo neanche pensando che chi si pone oggi come alternativa ha già avuto la propria occasione sprecandola nel modo peggiore e facendo perdere alla nostra città tempo prezioso”.