CONDIVIDI
PESCARA, ITALY - JUNE 12: Paul Reitmayr (L) of Austria in second, Ruedi Wild (C) of Switzerland in first and Thomas Steger of Austria in third place all celebrate their placings during the Ironman 70.3 Pescara on June 12, 2016 in Pescara, Italy. (Photo by Charlie Crowhurst/Getty Images for Ironman)

Il meteo è stato l’avversario principale degli oltre 1.800 triatleti presenti a Pescara; grandissimo successo per i side events; la Svizzera domina la gara principale, 5i50 pronto a crescere

Sole, poi burrasca, poi sole, poi di nuovo burrasca: condizioni meteo particolarmente avverse hanno caratterizzato il weekend targato IRONMAN 70.3 Italy 2016. Non è stato solo il tempo ad essere pessimo, ma anche la tempistica, con il fenomeno di maggiore intensità che si è abbattuto su Pescara poco dopo lo start, costringendo la Capitaneria di Porto a far sospendere l’ingresso in acqua degli atleti

La gara degli atleti PRO (i primi a partire) è invece andata avanti regolarmente ed è stata dominata da due giganti svizzeri del triathlon, che hanno dato prova definitiva del loro ottimo stato di forma: Ruedi Wild – che aveva già ottenuto due fantastici secondi posti a IRONMAN 70.3 St. Pölten e IRONMAN 70.3 Rapperswil – vincitore con meno di 4 ore della gara PRO uomini e l’oro olimpico di Londra 2012, Nicola Spirig, arrivata sulla finish line prima fra le donne e settimana overall, dopo un’incredibile prova run (per completarla ha impiegato solo 1’30” in più del compatriota Wild).

Sul fronte side events, grandissimo successo di pubblico: l’edizione inaugurale della Decathlon Night Run – corsa notturna non competitiva di 10 km aperta a tutti – ha visto la partecipazione di quasi 400 podisti, mentre The Hurricane IRONKIDS – la gara dedicata a bambini e ragazzi – ha ottenuto addirittura il tutto esaurito, con 300 giovanissimi finisher che si sono dati filo da torcere nella bellissima cornice di Pescara sud.

Il fermento dello scorso week-end è stato un bene non solo per gli atleti, ma anche per la città tutta, che ha visto strade e piazze animarsi di persone provenienti da tutto il mondo e ha potuto mettersi in mostra su un palcoscenico internazionale, grazie alla presenza di giornalisti e TV, tra cui SKY, che ha realizzato uno speciale sull’evento.

Un programma così ricco non avrebbe potuto esserci senza il preziosissimo supporto di tutti gli sponsor, della cittadinanza, delle istituzioni, delle forze dell’ordine e dei tantissimi volontari, che instancabilmente hanno contribuito alla realizzazione di ogni singola fase dell’evento. Siamo sicuri che il loro sostegno si rinnoverà anche per la prossima edizione, di cui è già stata annunciata una data: 11/06/2017. Sarà quello il giorno in cui il gigante d’acciaio e i suoi fedeli alleati si prenderanno la loro rivincita.

CONDIVIDI