CONDIVIDI

Festa di inaugurazione per la sede della scuola Media Pascoli riaperta prima di Pasqua dopo i lavori di adeguamento sismico. In via Roma, nello spazio antistante la scuola si sono ritrovati genitori, alunni, docenti, la dirigente del Comprensivo 4 Daniela Morgione e la ex Roberta Dalla Ragione, insieme al sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi, il vice sindaco Antonio Blasioli, il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli, il consigliere comunale Emilio Longhi, la rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale Stefania Catalano. Ospite d’eccezione l’attore abruzzese Lino Guanciale, acclamato al suo arrivo a scena aperta sia dai ragazzi che da mamme e papà, appassionati delle tante fiction di cui è stato interprete. Una festa condotta dai ragazzi che hanno cantato, ballato e recitato su via Roma prima del giro ufficiale fra le aule dove da dopo Pasqua sono rientrati tutti i ragazzi.

“Voiglio ringraziare tutti i docenti, i genitori, i ragazzi e l’Amministrazione comunale con la quale abbiamo avuto un rapporto di stretta condivisione prima durante e dopo i lavori – così la dirigente Daniela Morgione durante le dichiarazioni ufficiali – In questi mesi abbiamo lavorato insieme perché il risultato potesse essere il migliore, all’insegna dell’inclusione e della sicurezza, oggi abbiamo una scuola rinnovata, più bella e soprattutto più sicura, dove poter continuare a fare il nostro lavoro in piena serenità”.

“Saluto tutti quanti con particolare soddisfazione – così il sindaco Marco Alessandrini – perché quando inauguri una scuola è sempre un momento felice. Le scuole sono luoghi dove si cresce, dove ci si prepara alla vita, dove si formano le nuove generazioni. La storia di questi lavori mi fa pensare ad una parola, resilienza, che è la capacità di resistere agli urti. La chiusura necessaria per effettuare i lavori ha sicuramente arrecato un disagio ai ragazzi, ma loro sono stati resilienti ed oggi tornano in possesso di una scuola unica, più sicura e anche più bella di prima, al centro della città, in una zona dove non passano le auto. Sono certo che sapranno essere orgogliosi e primi custodi di questo spazio. A tale proposito, dentro c’è un piccolo cortile, mi auguro che presto diventi un giardino, a simboleggiare la crescita di cui questa scuola si farà promotrice. Auguro inoltre ai ragazzi di essere sempre curiosi e di coltivare la conoscenza con passione, perché è la sola cosa in grado di accorciare le distanze con ciò che si desidera davvero”.

“E’ un giorno importante, perché restituiamo ai ragazzi una scuola migliore – così l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi – Voglio ringraziare tutti, genitori e ragazzi che sono stati pazienti e ci hanno consentito di fare i lavori previsti e anche quelli che era necessario fare per rendere più bella oltre che più sicura la scuola. Grazie anche alla struttura comunale che ha seguito i lavori in totale condivisione con la dirigenza scolastica, la nostra priorità è la sicurezza e per questo investiremo tutta la programmazione e le risorse che abbiamo a disposizione, come abbiamo fatto per la Pascoli. L’obiettivo è avere scuole più sicure, più belle ed accoglienti, puntiamo su questo, perché ci interessa il futuro dei nostri giovani concittadini. In estate partiranno i lavori anche per due asili a Porta Nuova e presto la scuola di San Silvestro verrà completata e adeguata sismicamente. Grazie all’Agi Scuola e anche Lino Guanciale che ci ha raggiunto e che ha reso speciale questa festa, regalando un augurio unico ai ragazzi”.

“Sono contenta di aver tagliato il nastro questa sera – così Roberta Dalla Ragione, dirigente oggi in pensione del Comprensivo 4 – I lavori sono iniziati un anno fa, ma li ho visti prendere corpo prima e oggi sono felice che si siano concretizzati e ci abbiamo dato una scuola più bella e sicura dove continuare crescita e lavoro con i ragazzi, ogni giorno”.

“E’ bello vedere le autorità confuse fra le famiglie e i ragazzi – così Lino Guanciale prima della sua piccola esibizione – L’apertura di una scuola è un po’ come l’apertura di un teatro, è un grande segno di civiltà e di crescita culturale”.

Il dono dell’attore è stato il reading di un brano tratto da Il Fanciullino di Giovanni Pascoli, scelto in onore della scuola e la poesia “Vi auguro sogni a non finire” di Jacques Brel, prima della visita del plesso e delle foto con ragazzi e fan.