CONDIVIDI

“La Lilt – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – Sezione di Pescara apre la sua prima delegazione nella provincia di Pescara. La struttura è stata istituita nel comune di Tocco da Casauria, con il patrocinio e la piena collaborazione dell’amministrazione comunale e del sindaco Riziero Zaccagnini, e diventerà lo sportello di riferimento per l’utenza dei comuni del circondario, come Popoli, Scafa o Torre de’ Passeri. Inizialmente la sede operativa è stata localizzata in alcuni spazi del Palazzo municipale, in via Menna, ma abbiamo già avuto la disponibilità della Asl di Pescara di concedere alla Lilt alcuni ambulatori all’interno del vecchio ospedale di Tocco, oggi Rsa, dove potremo svolgere i nostri screening gratuiti per la prevenzione delle malattie oncologiche durante le campagne contro il melanoma o il tumore al seno”. Lo ha annunciato il Presidente della Lilt Pescara, il Professor Marco Lombardo, Coordinatore della Lilt Abruzzo, nel corso della conferenza stampa odierna convocata per ufficializzare la stipula della convenzione con il sindaco di Tocco, Zaccagnini. Presenti stamane anche il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco, il notaio Donatella Quartuccio, che ha curato la redazione della convenzione e membro della Consulta Femminile della Lilt, con Anna Rita Rossini, l’avvocato Nico Di Florio, imprenditore, che coordinerà la delegazione Lilt di Tocco da Casauria, e poi i membri del Direttivo della Lilt Pescara Milena Grosoli e Paolo Lucente.

“La prima delegazione distaccata della Lilt di Pescara – ha detto il Presidente Di Marco – rappresenterà un faro utile a incrementare sul territorio provinciale la sensibilità verso il tema della prevenzione oncologica di cui ancora oggi troppo poco si parla. Oggi inauguriamo un nuovo presidio della salute e dobbiamo attivarci per far sapere alle popolazioni che chi ha una qualche necessità può rivolgersi a questa struttura. Soprattutto l’iniziativa di Tocco da Casauria deve fare da apripista per tutti gli altri centri della provincia e a questo tema dedicheremo a breve un’Assemblea provinciale chiamando a raccolta tutti i sindaci”. “Il prossimo anno – ha ricordato il professor Lombardo – la Lilt compirà 100 anni ed è l’unica associazione che ancora oggi opera sotto l’egida del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministero della Salute con un’azione capillare sul territorio nazionale per fare prevenzione primaria, secondaria e terziaria, secondo norme e regole molto rigide, lasciando poi alle sezioni provinciali la libera iniziativa di organizzare eventi e campagne. La provincia di Pescara è molto grande, conta all’incirca 250mila abitanti, e non potevamo fermarci alle attività svolte dalla sezione centrale di Pescara, non potevano abbandonare i centri dell’interno, quelli dove magari la popolazione registra anche maggiori difficoltà a raggiungere il capoluogo adriatico per partecipare attivamente alle nostre Campagne di screening gratuito, e molte volte abbiamo affrontato con il Presidente Di Marco tale problematica. Poi abbiamo incrociato la disponibilità di un gruppo imprenditoriale, i Di Florio, che già in passato hanno supportato la Lilt di Pescara per l’apertura di un ospedale oncologico in Africa, e insieme abbiamo contattato il sindaco di Tocco da Casauria, un comune che si trova in una posizione strategica e centrale rispetto ad altri territori e insieme siamo riusciti a coordinare le attività che oggi ci permettono di dare vita alla delegazione della Lilt, che ha il potenziale per diventare un centro d’azione grazie anche alla disponibilità, assicurata dalla Asl, di poter utilizzare alcuni spazi del vecchio ospedale di Tocco per le visite e le attività della prevenzione secondaria. Ora puntiamo alla preparazione dei volontari che opereranno nella struttura e che dovranno essere autosufficienti, per ora abbiamo già 30 iscritti pronti a dare il proprio contributo e a iniziare con le attività istituzionali della Lilt, dunque la campagna del Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno; la Settimana della prevenzione nel mese di febbraio; la Giornata mondiale contro il fumo e la campagna contro il melanoma. E anche con la delegazione di Tocco studieremo come dare concretezza al Protocollo d’intesa con il Miur per le campagne di prevenzione da condurre nelle scuole del posto, e al Protocollo con il Coni”. “La convenzione stipulata con la Lilt – ha detto il sindaco Zaccagnini – rappresenta una di quelle occasioni che non capitano per caso. Negli ultimi tempi, nel nostro territorio, la nostra comunità ha dovuto molto spesso confrontarsi con la malattia oncologica che ha portato via anche dei nostri giovani e, la cosa che subito è balzata all’attenzione di tutti, è la necessità di fare prevenzione perché, nella malattia, se si vogliono avere delle chance di superarla, occorre scoprirla nelle primissime fasi, e purtroppo non ne parliamo mai abbastanza. Da oggi anche a Tocco da Casauria batterà forte il cuore rosso della Lilt con un’organizzazione sul territorio che è fondamentale perché al di là del rapporto con il proprio medico, dotarsi di un’associazione che fa e parla di prevenzione significa dare una dimensione di socializzazione alla problematica, saranno le persone comuni che si occuperanno della tematica, che parleranno con i cittadini dando un senso di partecipazione”. Tra le prime proposte avanzate dal Coordinatore Di Florio c’è “l’organizzazione di un evento intorno al 28 dicembre direttamente a Tocco, all’interno del Cinema, invitando tutti i sindaci dei comuni limitrofi, da dedicare alla prevenzione oncologica per fare informazione e lanciare il tesseramento 2018”.