CONDIVIDI

Grande successo all’Istituto Comprensivo Pescara 8 – diretto da Valeriana Lanaro – per l’appuntamento annuale dell’open day che, nelle due domeniche del 21 e del 28 gennaio 2018, ha registrato un elevato numero di presenze. I genitori e i bambinisono stati accolti dagli insegnanti coadiuvati dagli alunni nei plessi “Dante Alighieri” di via Del Concilio e di Borgomarino e nella sede centrale della scuola secondaria di primo grado “Tinozzi”. Nella centralissima scuola l’orientamento inizia dall’infanzia, per proseguire nella scuola primaria ed infine nella media. Le iscrizioni sono aperte dal 16 gennaio al 6 febbraio 2018. I genitori hanno avuto una importante opportunità per visitare i locali e i laboratori dell’IC8 e conoscere nello stesso tempo le modalità e le strategie di insegnamento – apprendimento. Nella scuola dell’Infanzia le insegnanti hanno accompagnato i visitatori in un percorso articolato tra laboratori e aule facendoli partecipi delle attività che quotidianamente si svolgono a scuola. Dal laboratorio motorio, a quello multimediale dove, sulle LIM di cui la scuola è dotata da diversi anni, scorrevano le immagini delle numerose attività che hanno caratterizzato la prima parte dell’anno scolastico.

Il laboratorio di lingua inglese e la biblioteca scolastica hanno attirato l’attenzione dei piccoli visitatori di tre anni che hanno avuto il loro primo approccio con la comunità scolastica.

La scuola primaria è stata visitata prevalentemente dai bambini di 5 anni prossimi al loro ingresso in prima e dai loro genitori emozionati per l’inizio della nuova avventura scolastica. Gli insegnanti hanno accolto il pubblico illustrando i materiali e gli elaborati dei vari percorsi effettuati oltre che gli ampi locali nei quali si svolgono le esperienze educativo –didattiche.

Alla scuola secondaria di primo grado i genitori hanno potuto assistere alla performance musicale dei ragazzi dell’orchestra giovanile Tinozzi che hanno allietato la lunga visita dei tre piani di scuola. Ad accompagnare i visitatori ci hanno pensato i professori e i ragazzi dell’Istituto.