CONDIVIDI

È tutto pronto per la seconda edizione dell’Atp Challenger di Francavilla al Mare Internazionali di Tennis d’Abruzzo – GolBet Tennis Cup.

“Voglio ringraziare il mondo del Tennis con la sua Federazione – ha esordito l’assessore regionale allo Sport, Silvio Paolucci – perché quest’anno ha messo in campo un palcoscenico particolare per la nostra regione dalla Fed Cup agli Internazionali di Tennis di oggi e devo dire che per quanto mi riguarda  è già il quarto appuntamento straordinario e di rilievo come la Fed Cup ed il Torneo delle Regioni di Calcio che ha coinvolto anche la città di Francavilla. Questa è una settimana di grandi appuntamenti con un palcoscenico internazionale molto appassionato che ci fa dire che abbiamo di fronte un anno molto importante. Ci saranno anche altri eventi come il Torneo delle Regioni del Volley, i Campionati di Atletica, gli Assoluti. Voglio ricordare che lo scorso anno questo è stato un evento che è andato oltre anche le più rosee aspettative come risposta di pubblico ed ha rappresentato per noi un’importante cartolina, ha fatto conoscere la nostra regione, quest’anno ci aspettiamo lo stesso successo e anche qualcosa in più vista la qualità dei partecipanti”.

“Un bellissimo rapporto con questo Sport – ha sottolineato l’assessore allo Sport del Comune di Francavilla, Rocco Alibertini – torna questo evento meraviglioso con la sua seconda edizione, è meraviglioso perché è uno spettacolo puro, l’anno scorso tutte le partite sono state emozionanti, bellissime, poi è stato molto emozionante perché il pubblico ha risposto in maniera incredibile, ci sono state circa 15 mila presenze nell’arco di una settimana. Speriamo che anche quest’anno ci sia un numero altissimo di presenze con uno spettacolo altrettanto bello perché sono attesi tennisti di un valore altissimo. Alta qualità, presenze oltre le aspettative per promuovere uno sport come il Tennis bellissimo e anche per promuovere il nostro territorio che trova beneficio da questi eventi perché comunque se ne parla e chi viene guarda Francavilla e l’Abruzzo e si innamora di questa terra. Noi ne siamo convinti ed è per questo che saremo sempre vicini e favoriremo eventi di questo tipo. Un altro esempio è il Torneo delle Regioni di Calcio che ha fatto tappa in Abruzzo, e anche a Francavilla, dal 24 al 30 aprile, ma non dimentichiamo che ci sarà anche il Torneo delle Regioni di Volley dal 25 al 30 di giugno e anche a Francavilla si disputeranno delle partite. Quindi noi siamo sempre al centro di questi eventi perché ci crediamo”.

Come da programma è stata diramata l’entry list del torneo abruzzese, anche quest’anno non mancano i nomi eccellenti, da menzionate l’italiano Stefano Travaglia e il vincitore della passata edizionePedro Sousa, ma anche il numero 106 del mondo Elias. Attenzione alle wild card che potrebbero riservare sorprese clamorose. Facendo un raffronto con altri tornei contemporanei agli Internazionali d’Abruzzo c’è un cut off di livello inferiore nonostante possano godere di un montepremi maggiore: ad esempio Anning, in Cina, ha un cut off al numero 271 del ranking mondiale; Leon, in Messico, a 294, Tallahassee in Florida (Usa) a 234. Francavilla a 242.

“Speriamo che sia un’edizione superiore a quella dell’anno scorso che è stata una grande festa ed un successo inaspettato – ha detto Francesco Ugolini, presidente del Circolo Tennis Francavilla al Mare Sporting Club – quest’anno stiamo lavorando per bissare e superare il successo dell’anno scorso. Il Circolo si sta rinnovando e sta accelerando un percorso di innovazione che era già iniziato ma che il torneo aiuta affinché questo processo si concluda al più presto possibile. Per il torneo siamo fiduciosi, ci sarà un grande villaggio che coinvolgerà il pubblico sia durante le partite che tra una partita e l’altra. Sarà una grande festa, l’appuntamento è dal 21 al 29 aprile e ci aspettiamo un grande pubblico come quello dell’anno scorso. Il successo dell’anno scorso è stato inaspettato, qualcuno ci ha presi un po’ per pazzi all’inizio, però se percorriamo il sentiero che tutti percorrono arriviamo allo stesso punto, nel nostro piccolo abbiamo cercato di trovare una strada un po’ diversa e ci stiamo riuscendo. Il Circolo Tennis si sta ammodernando con delle strutture nuove per la copertura dei campi, l’illuminazione, il numero dei praticanti è in grande crescita con la Scuola Tennis che sta registrando una crescita esponenziale. Il Tennis d’altronde si adatta benissimo sia ai bambini che a chi ha più anni, lo si può fare a qualsiasi età, i costi sono abbordabili per tutti, forse abbiamo trovato il compromesso giusto tra i grandi eventi e lo sport di tutti i giorni. Non ci poniamo limiti, siamo aperti ad ogni tipo di evoluzione e di impegni che si possono affrontare per migliorare le varie situazioni”.

“Scorrendo qualche nome vediamo un parterre di grandissimo spessore – ha affermato Luca Del Federico, direttore del torneo – l’obiettivo è stato quello di ricreare per dieci giorni un ambiente di casa, accogliente perché per dieci giorni il Circolo, l’albergo e la città di Francavilla sarà la casa per i giocatori che verranno da tutto il mondo, quest’anno abbiamo un giocatore dall’India, tra le promesse un giocatore caandese che è del 2000 ed è un po’ quello che rappresenta il Challenger con giocatori che hanno un trascorso ed una straordinaria esperiena affiancati ai giovani che in un prossimo futuro ci ritroveremo ai vertici di questa disciplina. L’anno scorso nelle fasi delle qualificazioni abbiamo avuto un giocatore serbo che ha avuto anche qualche difficoltà a qualificarsi ma che poi ha guadagnato punti, questo è lo scenario del Challenger. Un ringraziamento particolare va al Comune di Francavilla, alla Regione, al Circolo Tennis e a Marcello Marchesini che oramai è un abruzzese adottato, ha preso anche casa a Francavilla e mi prende sempre di più per la maglia per portare eventi in Abruzzo. Quest’anno grazie a Marcello abbiamo portato la Fed Cup a Chieti che è stato un successo straordinario, stiamo cercando di portare anche qualche altra cosa”.

La macchina organizzativa è in movimento da mesi, ma adesso siamo arrivati all’attesissimo appuntamento che conferma come l’Abruzzo dello Sport abbia in cima ai sui desideri il Tennis. Stanno per tornare infatti gli Internazionali d’Abruzzo, seconda edizione, ancora una volta ospitati dai campi in terra rossa del Circolo Tennis “Sporting Club” di Francavilla al mare. Lo scorso anno si impose il portoghese Pedro Sousa su Alessandro Giannessi, ma ciò che fece più impressione fu l’enorme afflusso di pubblico in ogni giorno di gare, non solo nelle fasi finali. Ed è per questo motivo che gli organizzatori di Mef Tennis Events stanno concretizzando una serie di eventi collaterali tali da rendere vivibile l’evento 24 ore su 24 o giù di lì. I nomi dei partecipanti all’edizione del 2018 sono un vero regalo per gli intenditori e saranno presentati al meglio nel corso della conferenza stampa. Spicca senza dubbio il portoghese vincitore nella passata edizione. Allo stato attuale Sousa è numero 117 della classifica Atp, mentre l’altro portoghese Gastao Elias ha oggi la classifica migliore tra tutti (numero 106). Però è chiaro che molte attenzioni sono rivolte all’emergente tennista italiano Stefano Travaglia, che mira certamente ad abbattere il muro della centesima posizione del ranking. Travaglia è “quasi” abruzzese, è diventato una star del circuito anche per aver avuto il merito di sconfiggere pochi mesi fa nientemeno che Fabio Fognini, ma più in generale per aver palesato una crescita incredibile da un paio di anni a questa parte. Impossibile non citare Simone Bolelli, ex numero 36 della classifica Atp, che lo scorso anno non riuscì a imporsi a Francavilla. Non sarebbe giusto esporsi oltre, perché le sorprese sono dietro l’angolo, considerando la qualità della entry list comunicata. In ogni caso sarà bene attendere anche le wild card: gli organizzatori hanno in serbo nomi eccellenti che potrebbero far saltare ogni aspettativa della vigilia.

È intervenuto anche il sindaco di Ripa Teatina, Ignazio Rucci, che ha dato delle anticipazioni sul Premio Rocky Marciano: “Quest’anno sarà la 14esima edizione del Premio Rocky Marciano e andrà dal 14 al 21 di luglio. È il secondo anno che questa manifestazione l’abbiamo arricchita con la cultura attraverso un concorso a livello nazionale con tutte le scuole che riguarda questo sport legato alla fatica. Noi ci aspettiamo che partecipino anche altri attori, il Premio è sponsorizzato dalla Regione Abruzzo, ma quest’anno abbiamo anche un altro attore molto importante che è l’Università Gabriele D’Annunzio con i vari Dipartimenti della Medicina dello Sport, della Facoltà di Lettere e Filosofia e abbiamo anche l’adesione del Dipartimento di Fisioterapia. Quindi arte, sport e cultura è un connubio che noi dobbiamo lanciare. Ripa Teatina è il paese della Boxe e per l’anno prossimo vorremmo avere una palestra dedicata a questo sport, ci stiamo quindi organizzando per avere un punto di riferimento in questo senso. Credo che questa disciplina sportiva, insieme al Tennis, sia utile e importante anche per il turismo perché Francavilla è una località di mare, Ripa Teatina un comune di 4.200 abitanti e vogliamo entrare in questo veicolo per dare la capacità a Ripa Teatina per attrarre turismo”.

 

Paul Pett