CONDIVIDI

Il 6 maggio scorso era stato sorpreso e tratto in arresto dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Ortona con 60 grammi di cocaina nascosti in casa durante uno dei controlli di routine che le forze di polizia fanno nei confronti di soggetti posti agli arresti domiciliari. In quella circostanza, M.R., 58enne pregiudicato di Ortona, che stava scontando in detenzione domiciliare una precedente condanna per reati in materia di stupefacenti, dopo la convalida dell’arresto in flagranza era stato posto nuovamente ai domiciliari. Ieri, l’Ufficio di Sorveglianza di Chieti, a cui i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile avevano comunicato la grave violazione del 6 maggio scorso, ha sospeso il provvedimento di detenzione domiciliare disponendone la carcerazione. Pertanto, dopo le formalità di rito, sono stati gli stessi militari del N.O.R. di Ortona a condurlo presso il carcere di Chieti.