CONDIVIDI

Picchia brutalmente l’ex moglie in strada e, spinto da gelosia, si impossessa del cellulare della donna per guardare i suoi contatti e poi fugge, lasciandola a terra sanguinante. L’episodio e’ accaduto questa mattina, alle 5.30, in viale Europa, a Montesilvano. Protagonista della vicenda e’ un 46enne residente a Pescara, che e’ stato subito rintracciato e arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesilvano per rapina e lesioni personali. Il 46enne, accecato dalla gelosia, si e’ scagliato contro l’ex compagna, prendendola a calci e pugni, per controllare il suo telefono cellulare e verificare eventuali contatti con un altro uomo. In difesa della vittima, una donna di circa 40 anni, e’ anche intervenuto un residente della zona, ma invano. All’arrivo dei carabinieri, allertati da una segnalazione al 112, il 46enne e’ invece fuggito, lasciando l’ex moglie a terra, sanguinante, piena di lividi ed ecchimosi. Poco dopo, e’ stato pero’ arrestato dai militari dell’Arma e trasferito in carcere, a disposizione della pm del Tribunale di Pescara, Rosangela Di Stefano. La vittima, invece, e’ stata soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata in ospedale per le cure del caso. La donna ha riportato una contusione cranica non commotiva, con frattura del naso, e una contusione all’anca destra. La prognosi e’ di 15 giorni