CONDIVIDI

Nel pomeriggio di ieri la Squadra Volante della Questura interveniva per segnalazione di furto in atto in un appartamento in via Gobetti: il proprietario di casa riceveva sul telefonino un fotogramma dalla webcam installata all’interno di casa con la foto di due ragazzine intente a rovistare nell’abitazione, dopo aver forzato la porta d’ingresso. I poliziotti giungevano sul posto ed acquisivano le foto, risultate decisive per il rintraccio immediato delle due minorenni, avvenuto presso la locale via Carducci. Perquisite ed identificate, le due ragazze, entrambe 16enni, pluripregiudicate residenti in un campo Rom di Roma, venivano trovate in possesso di una parte della refurtiva (24euro) e di molteplici arnesi da scasso (3 giraviti di 30, 20 e 18cm, chiave inglese di 25cm, forbici di 20cm ed una placca di plastica apri-porta). Venivano pertanto tratte in arresto in flagranza ed associate presso il C.P.A. di L’Aquila. Non si può escludere che le stesse abbiano commesso altri furti