CONDIVIDI

Un messaggio di saluto arrivera’ domani dal presidente Silvio Berlusconi agli Stati generali di Forza Italia in Abruzzo, che comincera’ alle 9.30 all’ex Aurum di Pescara. All’evento ‘Piu’ Forza Italia – Stati generali in Abruzzo” sono attesi il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, di recente nominato vicepresidente di Forza Italia, gli amministratori locali e i sostenitori presenti. Interverra’ anche la senatrice Licia Ronzulli, oltre alla capogruppo di FI in Senato Anna Maria Bernini. Alle 10 gli amministratori locali interverranno sul ‘Il nostro progetto per l’Abruzzo: idee, temi e suggestioni’, mentre il responsabile comunicazione di FI, Giorgio Mule’, dalle 13, intervistera’ Tajani sulle prospettive del partito. “E’ la ripartenza, un primo ritorno in pubblico dopo le elezioni politiche e un momento clou in cui ricominciamo da sindaci ed amministratori, in vista delle prossime importanti scadenze elettorali, rappresentate in primo luogo dalle regionali, ma anche delle comunali di Montesilvano e Pescara”, anticipa il coordinatore regionale di Forza Italia, il senatore Nazario Pagano, alla vigilia degli Stati generali, cui parteciperanno anche il deputato Antonio Martino, segretario organizzativo abruzzese, e tutti i dirigenti azzurri, i consiglieri regionali Lorenzo Sospiri, capogruppo, Mauro Febbo, Emilio Iampieri e Paolo Gatti e i coordinatori provinciali Carlo Masci, Daniele D’Amario, Vincent Fanini e Antonella Di Nino. I sindaci e amministratori locali saranno rappresentanti da Umberto Di Primio (Chieti), Francesco Maragno (Montesilvano), Gabriele De Angelis (Avezzano) e Tiziana Magnacca (San Salvo).
“Ripartiamo dai tanti sindaci, consiglieri e amministratori che Forza Italia puo’ annoverare in Abruzzo”, annuncia Pagano, “per i quali si tratta di un’occasione che non capita sempre, quella di avere a disposizione un palcoscenico sul quale parlare delle esperienze che vivono nelle loro realta’, con un focus sui sindaci, tra i quali Di Primio, Maragno, De Angelis e Magnacca, che saranno intervistati dai nostri giovani”. “E’ previsto un focus sul lavoro svolto dal gruppo consiliare alla Regione, che per i consiglieri sara’ l’occasione per riferire quanto e’ stato fatto in questi quattro anni, caratterizzati da una forte attivita’ di opposizione”, anticipa il coordinatore azzurro. “Poi, passeremo ad una fase piu’ alta dedicata all’Europa, con tre eurodeputati, alla vigilia delle elezioni europee, dal titolo non casuale ‘Italia protagonista in Europa. Tra limiti e opportunita”. Non si tratta solo di discutere dei fondi europei che la Regione Abruzzo non spende, ma anche di capire quali scenari positivi possono aprirsi in futuro”.