CONDIVIDI

“Si chiude con circa 350 visite al seno effettuate la Campagna del ‘Nastro Rosa 2018’ della Lilt – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – Sezione di Pescara. Nel frattempo, dopo la Torre civica e il Ponte Flaiano di Pescara, anche il Comune di Tocco da Casauria, che ospita la prima delegazione provinciale della Lilt, ha illuminato di rosa la propria Torre cittadina con l’orologio, proprio per ricordare alle donne della cittadina che ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno e di partecipare allo screening gratuito eseguito presso gli ambulatori allestiti nell’ex ospedale, con la presenza di medici chirurghi senologi dell’ospedale civile di Pescara che da sempre collaborano con la Lilt”. Lo ha ufficializzato il Presidente della Lilt di Pescara, il professor Marco Lombardo, Coordinatore della Lilt Abruzzo ricordando la chiusura domani, mercoledì 31 ottobre, della Campagna del ‘Nastro Rosa 2018’ per la prevenzione del tumore al seno.

“Come sempre la risposta della popolazione alla Campagna senologica del ‘Nastro Rosa’ della Lilt è stata enorme dimostrando la grande sensibilità del territorio al tema – ha sottolineato il Presidente Lombardo -. In pochi giorni abbiamo ricevuto centinaia di prenotazioni che abbiamo gestito nel migliore dei modi: come deciso dalla Lilt Nazionale, la Campagna del 2018 si è concentrata sulla fascia della popolazione femminile non coperta dagli screening gratuiti garantiti dalla Asl, ovvero le donne under-50, che peraltro è oggi la fascia dove si registra una maggiore incidenza circa l’insorgenza dei nuovi casi di tumore al seno, un dato oggettivo che ci ha imposto di prestare maggiore attenzione nei confronti delle donne più giovani, al fine di sensibilizzarle e di incentivare a iniziare prima i controlli, con l’autopalpazione, l’ecografia e, infine, le mammografie. Il nostro obiettivo è quello di informare per fare prevenzione primaria, ovvero indicare le regole, poche ma straordinarie, da seguire per abbattere l’incidenza del cancro, seguire uno stile di vita sano per far sì che il tumore non insorga affatto; poi la prevenzione secondaria, ovvero sollecitare controlli costanti e periodici perché scoprire un tumore quando è ancora piccolo, oggi significa guarire in modo definitivo. Infine la prevenzione terziaria, ovvero garantire tutti gli strumenti di supporto e sostegno a chi è già stato colpito dalla malattia e favorire il suo pieno reinserimento socio-lavorativo con l’adeguato aiuto psicologico. La Campagna del ‘Nastro Rosa’ si chiude ufficialmente domani, mercoledì 31 ottobre e il bilancio dell’iniziativa è assolutamente positivo: su Pescara abbiamo effettuato 250 visite, le ultime dieci si chiuderanno lunedì prossimo 5 novembre, tutte eseguite negli Ambulatori di Casa Lilt in via Rubicone; a Tocco da Casauria, negli ambulatori aperti negli spazi dell’ex ospedale, abbiamo effettuato già 100 visite, un numero straordinario considerando che per la Lilt  quella del 2018 è stata la prima edizione svolta direttamente sul territorio provinciale. E per l’occasione – ha ancora detto il Presidente Lombardo – l’amministrazione comunale con il sindaco Riziero Zaccagnini e il responsabile della delegazione Lilt di Tocco, Nico Di Florio, hanno illuminato di rosa la Torre dell’orologio di Tocco, un luogo simbolo per il paese, utile a ricordare alla cittadinanza il mese della prevenzione. Nei prossimi giorni inizieranno anche le ecografie per tutte quelle pazienti che sono state ritenute meritevoli di un approfondimento diagnostico delle indagini da parte dei medici e a fine campagna tracceremo un bilancio circa la casistica riscontrata, che presenteremo in occasione della terza edizione del Convegno ‘Prevenzione Oncologica – Sistema Salute’ in programma il prossimo 17 novembre nella Sala consiliare del Comune di Pescara”.