CONDIVIDI

La Giunta Marinucci, nei giorni scorsi, ha approvato l’iniziativa “Sangio’ per la Scuola” proponendo all’Istituto Comprensivo Statale “G. Galilei”, i progetti didattici integrativi al Piano dell’Offerta Formativa Territoriale (POFT).

“Da alcuni anni il Comune di San Giovanni Teatino – spiega il Sindaco Luciano Marinucci – riserva una particolare attenzione all’integrazione scuola/territorio, favorendo la cooperazione educativa tra enti, istituzioni e associazioni, attraverso progetti e iniziative didattico/educative rivolti ai ragazzi delle nostre scuole. Il nostro scopo è di sensibilizzarli su ambiti ed espressioni culturali come la poesia, il cinema, il teatro, l’ecologia, la lettura e la conoscenza del nostro territorio e delle nostre tradizioni”.

I progetti integrativi proposti dal Comune sono relativi a 4 ambiti: Educazione e valorizzazione della storia del territorio (Progetti: “Un quartiere raccontato ad arte – Valorizziamolo”  e “Adotta un nonno”), Educazione e didattica della comunicazione audiovisiva, artistica cinematografica (Concorso “Il libro si fa cinema”), Educazione alla Cittadinanza Attiva (Progetti: “A scuola di Comune”, “A spasso sicuri – Una proposta per la sicurezza stradale e non solo..”, “Ho diritto di essere tutelata – attività di diffusione dei diritti della bambina” e il  concorso “Cos’è l’Europa”) ed Educazione e didattica culturale (Mostra-concorso “Il presepe più bello – IV edizione”, “Poetando – Premio di poesia III edizione”, “La biblioteca della Memoria” e “Amici a 4 zampe”).

“Tutti questi progetti – dichiara l’assessore alla pubblica istruzione Simona Cinosi – sono stati presentati nei vari plessi dell’Istituto Comprensivo riscontrando interesse e adesione del personale docente. Parte dei progetti presentati saranno realizzati con l’impiego di professionalità interne, e quindi senza oneri per il Comune, mentre altri prevedono piccoli investimenti per il ricorso a operatori esterni”.

“L’età scolastica è fondamentale per la formazione dei nostri ragazzi – conclude il Sindaco Luciano Marinucci – e mi preme sottolineare che la scuola non ha il compito di sostituire la famiglia, ma di proporsi come valore aggiunto. La scuola è l’incontro con l’altro, l’ingresso nella società, il confronto, la condivisione, lo stimolo allo spirito critico. Progetti così ampi, che toccano il territorio, la creatività, l’educazione civica, la manualità, sono espressione di quanto la scuola possa e debba dare. Come Amministrazione Comunale, siamo fieri di contribuire a questo percorso di crescita, sostenendo iniziative così ricche e interessanti”.