CONDIVIDI

Terza edizione di Luci d’Artista per Pescara ed edizione numero uno per Chieti. Si sono accese oggi, otto dicembre, le luminarie famose in tutto il mondo che, allungando la propria scia, rendono un territorio più ampio attrattivo in Italia ed all’estero.  A Pescara, l’albero si è illuminato con il flashmob curato ed eseguito dal Maestro Andrea Zappone ed il coro di Scuolacantora di Chieti e Pescara.
Quest’anno, le luci richiamano fortemente la tradizione del Natale e, soprattutto, sono caratterizzate da opere luminose a terra, interamente fatte a mano e commissionate dalla Camera di Commercio per le due città. Un treno lungo 20 metri, un cervo alto 5 metri e degli orsi simbolo della nostra regione.
“Un investimento economico importante, in collaborazione con i due Comuni e la Fondazione Pescarabruzzo, ed un piano di comunicazione a diffusione nazionale ed internazionale con uscite, sotto il periodo di Natale, sulle testate nazionali per convincere le nostre regioni target – Lazio – Marche – Puglia  a venire a fare shopping in Abruzzo e a scoprire le nostre peculiarità. Le luci sono in grado di creare un percorso fatato, composto quest’anno da tante installazioni a terra, che guidano il visitatore ed il turista alla scoperta delle vie dello shopping a Pescara e dei palazzi storici a Chieti”.


Per amplificare, ulteriormente, la portata di questo progetto di marketing territoriale è stato pianificato, dagli uffici della Camera di Commercio, per il mese di gennaio, un incoming di operatori turistici, buyers e blogger nazionali ed esteri provenienti da città direttamente collegate con il nostro Aeroporto.
“La terza edizione di Luci d’Artista sono la conferma di una buona idea per far crescere la città e tutto il comparto turistico commerciale che ha inteso l’importanza del progetto e conferma presenza e attività – così il sindaco Marco Alessandrini – Le luci rinnovano l’intesa con la Camera di Commercio e la stretta collaborazione con le Associazioni di Categoria del commercio che rispondono sempre all’appello della città, come tutti i referenti del settore con i quali siamo al lavoro ormai costantemente perché gli eventi siano coniugati all’economia cittadina. Invito la città a fare come gli anni scorsi, promuovendo in ogni modo le nostre luci. Foto, selfie, video, tutto vale perché Pescara rimbalzi ancora di più fra le mete scintillanti delle Feste, in un crescendo che proseguirà fino all’Epifania e avrà il suo culmine nei due concerti di fine e inizio anno. Venite in città!”
Importante l’intervento del Comune di Chieti con il Sindaco di Primio che dice “Dallo scorso 1 dicembre, Chieti sta già vivendo la magia del Natale grazie agli eventi predisposti dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni culturali, sportive e di solidarietà, gli istituti scolastici cittadini e l’importante sinergia con Enti quali Camera di Commercio Industria e Artigianato Chieti/Pescara, Teatro Marrucino, Museo Barbella e Abrex – Circuito di Credito Commerciale. Per le Pubbliche Amministrazioni, soprattutto in tempi di crisi economica, non è sempre così scontato riuscire a realizzare cartelloni di eventi in grado di coinvolgere cittadini e istituzioni.  Grazie all’installazione delle luci d’artista, realizzate grazie alla preziosa collaborazione con la Camera di Commercio di Chieti-Pescara, il capoluogo teatino vivrá ancor più la magia del Natale. Le luci sono in grado di suscitare emozioni, calore, accoglienza, elementi determinanti per realizzare nuove forme di valorizzazione turistico culturali capaci di rafforzare in primis il settore del commercio. É una prima edizione per la città di Chieti che merita di crescere nei prossimi anni in considerazione dello sforzo profuso nella promozione dell’evento su numerosi canali di comunicazione. Chi arriverà in Abruzzo nel periodo natalizio potrà emozionarsi a Pescara e al tempo stesso completare l’offerta turistico-culturale con Chieti”.
Così il Direttore Generale della Fondazione PescarAbruzzo partner dell’iniziativa sin dal primo anno “La fondazione, per il terzo anno consecutivo, sostiene Luci d’artista consapevole che l’iniziativa registra un gradimento crescente e si caratterizza sempre più come capacità di animazione gioiosa di sostegno alla comunità degli operatori economici. Grande il coinvolgimento dei cittadini nella condivisione dei valori di accoglienza solidarietà rispetto per i diversi per la natura in perfetta coerenza con il clima natalizio”.