CONDIVIDI

“Concetto di Natale. Parole, musiche, corpi in viaggio verso l’altro” è il titolo dell’iniziativa organizzata dall’Associazione culturale Baobab, presieduta dal percussionista Pino Petraccia, che si svolgerà domenica 23 dicembre a partire dalle ore 18 presso lo Spazio artistico Matta di Pescara. Si tratta di un concetto/concerto in quattro parti che propone una domenica prenatalizia di riflessione, incontro, musica e danza all’insegna dei valori (e diritti) del viaggio, dello scambio e del dialogo con l’Altro, come in fondo il “natale” (quando l’Altro si manifesta all’Uomo, dopo un viaggio lungo e difficoltoso) dovrebbe essere.

Il pomeriggio si apre con la proiezione del film documentario Ghorba-In terra straniera, realizzato dal gruppo TodoModo e prosegue con una conversazione a più voci con il documentarista Claudio Di Mambro, lo scrittore l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, il musicista e compositore Stefano Taglietti, il mediatore e operatore culturale beninese della Croce Rossa Belga Baba Gounou Fall Alaza, e Carlo Damiani, presidente dello sPaz di Pescara, figure con una formazione e storie personali molto diverse tra loro ma accomunate della cultura del dialogo, del viaggio, dalla fiducia nelle possibilità e nella necessità dell’incontro con l’altro da sé, dalla spinta a fare e attraversare ponti piuttosto che erigere muri, anche in ambito culturale e sociale.

Seguirà una cena etnica informale coordinata da Ali Ilboudo, attivista per i diritti umani e mediatore interculturale e linguistico, accompagnata da una selezione musicale a cura di Danilo Burchielli Deja-Vox. Alle 21 è previsto il concerto del Trio Nafas (“respiro”) – formato dai maestri Marco Felicioni ai flauti, Pino Petraccia  alle percussioni e al kamalengoni, Lucia Antonacci all’arpa – che proporrà musica contemporanea e world music, per andare a chiudere la giornata con una performance di danza contemporanea africana con musica dal vivo: La teoria degli insiemi, a cura della coreografa e danzatrice Piera D’Anzico, con interventi musicali di Pape Kane (kora e voce), Aboulaye Diarra (percussioni) e il gruppo Djambadon. L’iniziativa, a cura di Baobab, è sostenuta dal Comune di Pescara-Assessorato alla Cultura e dalla Fondazione Pescarabruzzo e vede la collaborazione di diverse associazioni pescaresi in particolare Fogoba-Il Grande Cerchio, lo sPaz e Artisti per il Matta, che la ospita.

L’ingresso è libero ed è una proposta diversa, aperta a tutti, per una domenica prenatalizia all’insegna dell’incontro tra mondi diversi e del valore sociale oltre che estetico del cinema, della musica e della danza. Per un concetto/concerto di natale fuori dagli schemi.