CONDIVIDI

Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Pianella hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di sottoposizione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Pescara su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di un 59enne operaio.

Il provvedimento è scaturito dalle risultanze investigative prodotte a seguito della denuncia-querela sporta da una donna del posto, che hanno permesso ai Carabinieri del citato reparto di appurare che l’uomo, a seguito dell’interruzione della relazione sentimentale clandestina intrattenuta con la vittima, ha in più occasioni posto in essere nei suoi confronti condotte minacciose e moleste tramite l’invio di numerosi sms, nonché attraverso numerosi appostamenti e pedinamenti financo a collocare, in un’occasione, un serpente morto posizionato a forma di cuore sul cofano della macchina della donna.

L’uomo dovrà quindi restare a debita distanza dalla sua ex e dai luoghi da lei abitualmente frequentati.