CONDIVIDI

“Voglia di fare, ambizione e studio: sono i tre ingredienti fondamentali per fare impresa e avere successo, nonostante il clima di pessimismo o la cosiddetta crisi. Una buona idea, ben organizzata e pianificata, può superare tutti gli ostacoli pur partendo da zero risorse, zero competenze e zero esperienza, esattamente com’è accaduto a me. È fondamentale però mettere da parte tutte le paure, che sono un inutile freno, non avere timore di fare team, gioco di squadra, e di chiedere la collaborazione di chi ha esperienza”. È la ricetta del manager e scrittore Luca De Gaetano, protagonista dell’incontro con 100 studenti dell’Istituto Professionale di Stato Ipsias ‘Di Marzio-Michetti’ di Pescara, dell’indirizzo Marketing, Odontotecnica e Moda, guidati dal docente Giuliano Natale. Una chiacchierata partita dal volume ‘Business Reaction’ dello stesso De Gaetano, che alla sua seconda esperienza editoriale ha sbaragliato ogni concorrenza scalando le classifiche di vendita on line, divenendo un best seller e occupando la prima posizione dallo scorso 14 maggio 2018

“Compito della scuola – hanno sottolineato la dirigente Maria Antonella Ascani e il professor Natale – non è semplicemente quella di curare la preparazione didattica o laboratoriale dei nostri studenti, ma anche di prepararli ad affrontare il mondo all’esterno delle quattro rassicuranti mura scolastiche trasmettendo modelli positivi, dimostrando che sono proprio le idee innovative, giovani, fresche dei ragazzi a essere comunque vincenti, nonostante un periodo socio-economico che sembra genericamente pessimista. In tal senso abbiamo scelto l’incontro con Luca De Gaetano la cui esperienza è senza dubbio esemplare e costruttiva”. De Gaetano, origini molisane, oggi 32 anni, titolare di 4 aziende, dal mondo dell’editoria, con Termoli.Tv e Campobasso.Tv, di un salone di bellezza di lusso e di una concessionaria d’auto vip a Milano, oltre a 2 start up in fase di sviluppo, ha iniziato a costruire un piccolo impero a 24 anni quando, disoccupato, ha preso la sua vita in mano cominciando a inseguire i propri sogni. “Avevo zero esperienza, zero soldi, zero competenze, ma ho comunque deciso di fare impresa per creare qualcosa che fosse un mio sogno e non di lavorare per i sogni degli altri – ha detto ai ragazzi De Gaetano -. E ho iniziato a costruire i miei pilastri di imprenditore partendo da 3 skill: il segreto numero uno per avere successo è cambiare la propria convinzione rendendola positiva, credendo nelle nostre potenzialità e studiando ciò che non si conosce. In secondo luogo, il tempo: occorre ottimizzare le cose che si fanno creando una tabella di marcia e individuando le fasce di tempo in cui si è più produttivi; infine focalizzare, individuare il focus del progetto per procedere velocemente verso l’obiettivo. Un sogno professionale si realizza scrivendo bene l’idea progettuale, quindi individuando chi possa eventualmente aiutarci a realizzarla, facendo squadra, non avendo paura di condividerla con chi può avere un sogno simile al nostro costituendo il proprio team; infine individuando chi possa aiutarci sotto il profilo delle competenze e delle economie. Ma una cosa dev’essere chiara – ha ribadito ai ragazzi De Gaetano -: lo studio è fondamentale e non termina mai, lo studio è ciò che vi differenzia dalla massa e non vi fa invecchiare. Oggi il successo si cela dietro ogni idea innovativa, che va provata mettendo da parte le paure dell’eventuale ‘rischio d’impresa’”.

CONDIVIDI