CONDIVIDI

L’amministrazione comunale di Francavilla al Mare ha anninciato lo Shock Wave Festival con la quale vuole ribadire la posizione centrale chela comunità francavillese ha assunto negli ultimi annisul piano dell’offerta culturale musicale.

Sarà proprio la musica a caretterizzare il Festival, muovendosi su un’onda che toccherà le vibrazioni più alte nelle serate del 2 e 3 agosto, quando, rispettivamente, primam Rkomi e poi Ghemon si esibiranno in piazza Sirena. Ad alimentare l’offerta , saliranno sul palco il 2 agosto anche Tom Beaver con 5ime, 24 Ore e Shase, mentre il 3 aprirà le danze Molla.

“Una delle osservazioni che ci hanno fatto per lo splendido calendario estivo francavillese, che ormai ripetiamo da anni – ha ricordato il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani – è che non abbiamo mai lasciato uno spazio adeguato alla fascia di età che è quella giovanile, ci siamo rivolti sempre al popolo delle famiglie con spettacoli all’altezza da Gloria Gaynor a Gianna Nannini ad Antonello Venditti. Abbiamo fatto anche qualche evento dedicato allo sport ma mai che appartenesse ad un target giovanile, adesso andiamo a coprire questa pecca. Non si tratta solo di concerti ma di un vero e proprio Festival che coinvolgerà la città sin dalle prime ore del pomeriggio con tante iniziative a tema, i nomi sono assolutamente importanti per questa fascia di età”.

“Ringrazio a nome di tutta l’amministrazione comunale questi ragazzi per essersi messi in prima linea – ha detto la consigliera comunale Cristina Rapino – per arricchire l’offerta turistica del calendario estivo che ora raggiunge un target diverso, una fascia più giovane essendo il nostro target solitamente rivolto alla famiglia. Questo è un Festival nuovo che si svolgerà il 2 e il 3 agosto, quindi in due giornate, e non sarà solo musicale, anche se la musica è la prima offerta, ma verranno coinvolte le attività dei commercianti della Sirena che si metteranno a disposizione di questi ragazzi per accompagnare l’iniziativa fino alla sera con i concerti. Il target è quindi differente, con musica Rap, rispetto a quello che facciamo nei nostri calendari, sperando in una risposta più che positiva che sicuramente ci sarà”.

“C’è tutta una squadra dietro che ci sta aiutando – ha spiegato l’organizzatore Claudio Cavallucci – e tutti i nostri coetanei che ci supportano ogni giorno sulle pagine Instagram e Facebook e sono entusiasti di quello che stiamo portando avanti. La storia che ha visto nascere questo Festival in realtà molto banale: eravamo qui fuori la scorsa estate e ragionavamo sul fatto che molti concerti non erano per il target della nostra generazione, però li apprezzavamo e capivamo culturalmente l’altezza del calendario. E allora ci siamo chiesti, perché non proporre a questa amministrazione un Festival per noi? Alla fine, dopo un po’ di titubanze, abbiamo provato, siamo andati da Andrea Di Peco che ci è stato ad ascoltare sin dall’inizio, ci siamo presentati con un progetto, con una squadra già formata, abbiamo cercato di mostrare un po’ di professionalità. È vero che l’idea c’era però poi bisogna portarla a termine. Dopo tanti incontri siamo arrivati a dei nomi che noi reputiamo tra i più importanti a livello musicale. Il Festival sarà una due giorni, partirà sin dalle ore dell’aperitivo, ci saranno dei punti musica distribuiti di fronte alla stazione e su viale Nettuno e ci sarà la partecipazione di artisti emergenti locali che sono anche nostri amici che ci supportano e ci aiutano in questo progetto per arrivare a grandi esponenti. Il Festival non è propriamente Rap, è trasversale, noi abbiamo mirato ad un pubblico sì giovane ma che potesse arrivare anche ai genitori”.

“Si tratta di un Festival che regge su una musica di nuova generazione – ha rimarcato il direttore artistico dell’evento, Filippo Ricagni – speriamo di ottenere un ottimo riscontro con questa ‘onda d’urto’, come dice il nome del Festival nel quale vogliamo portare il nome di nuovi artisti che si sono distinti negli ultimi anni. Ci saranno i due nomi principali, vale a dire il 2 agosto Rkomi, il cui nuovo album è stato primo nelle vendite la scorsa settimana, poi il 3 agosto ci sarà Ghemon, l’autore famoso di ‘Rose viola’, che ha partecipato anche a Sanremo. Le aperture saranno affidate il primo giorno a dei rapper emergenti pescaresi, ospitati alla console da Tomb Beaver, un producer famoso abruzzese, i rapper sono Shase, 24 Ore e 5ime, mente il secondo giorno l’apertura sarà affidata a Molla, un ragazzo che ha partecipato a Sanremo Giovani con la traccia ’21 Orizzontale’. Noi cercheremo anche di creare uno spazio ottimale per diversi tipi di divertimenti, però il tema centrale sono le onde musicali, la musica è la regina di queste due serate”.

Paul Pett