CONDIVIDI

Il Sindaco Luciano Marinucci, nel pomeriggio si lunedì 8 aprile, ha 
incontrato a Palazzo di Città  Daniele Bracciale. Il giovane talento 
della danza era accompagnato dalla mamma Lucia Del Prete e dalla 
sorella Alessandra.
Daniele, 16 anni, è un ragazzo che ti trasmette  entusiasmo solo a 
stargli accanto. A sorprenderti, però sono il suo sorriso e, 
soprattutto, i suoi occhi che brillano ancor di più appena pronuncia 
la parola “danza”.
La danza per lui è tutto, è la vita. In famiglia ha contagiato tutti, 
mamma Lucia, il papà Giuliano, i fratelli Lorenzo e Alessandra. Tutti 
ormai condividono la sua passione, iniziata 8 anni fa e coltivata dai 
maestri Grazia Cialente, Americo Di Francesco e Paola Francioni.
Di talento ne ha. E se ne sono accorti anche in America. Lo scorso 11 
gennaio, a Roma, era tra i 40 per l’audizione della Peridance Capezio 
Center. Lui ha ottenuto una borsa di studio da mille dollari per il 
Summer Intensive che si svolgerà dal 24 giugno al 14 luglio nel 
prestigioso centro di New York.
Daniele ha già pronte le valigie. Anche perché per lui, studente al 
terzo anno del Liceo Scientifico “L.Da Vinci” di Pescara, sarà 
un’intensa estate di lavoro per far crescere il suo talento: all’Alvin 
Halley e al Joffrey Ballet School che ha già deciso di frequentare da 
settembre. Grazie all’Erasmus, infatti, avrà la possibilità di 
proseguire gli studi negli Stati Uniti.
“Nella mia vita voglio ballare, sempre. Lo voglio con tutte le mie 
forze – ha detto Daniele – ed il lavoro, la lontananza dalla famiglia, 
dalla mia Sambuceto, da miei amici non mi spaventano. Realizzare il 
mio sogno vale tutti questi sacrifici”.
Nonostante la giovane età ha le idee chiare e grande carattere. Una 
passione che la famiglia, ed anche il sindaco Marinucci da lunedì 
pomeriggio, capiscono e condividono, fors’anche stregati dal suo 
sorriso e dal suo entusiasmo.
“Il futuro è nelle tue mani e sono sicuro che ce la farai a realizzare 
il tuo sogno di ballare, sempre e ad alti livelli – gli ha detto il 
Sindaco Marinucci – per noi, per la comunità di San Giovanni Teatino, 
sarà un grande orgoglio poter dire un giorno che un figlio di questa 
terra ce l’ha fatta a realizzare il suo sogno”.