CONDIVIDI

Il successo della prima edizione ha prodotto una carica a lunga gittata, un impulso potente che ha generato il secondo appuntamento con la biennale del brivido:Pescara a Luci Gialle torna in città, dal 2 al 5 maggio 2019.

Il giallo non è più un genere letterario riservato solo agli appassionati, oggi domina le classifiche di vendita dei libri e ispira grandi registi cinematografici e televisivi. Nel maggio del 2017, per tre giorni, Pescara ha cavalcato quest’onda accogliendo maestri come Antonio Manzini, Wulf Dorn, Matteo Strukul, Valeria Montaldi, Emma Pomilio e tanti altri.

Pescara a Luci Gialle ha saputo interpretare la passione dilagante per la letteratura del brivido proponendo una serie di incontri tematici ad altissimo livello: dai metodi investigativi al giallo storico, dai misteri della cronaca al cybercrime, dal thriller psicologico alle recensioni sul web. Il pubblico ha seguito con entusiasmo la prima edizione del festival ed è intervenuto in massa a tutti gli incontri. La città è diventata luogo di dibattito e vetrina per autori di best seller e di perle letterarie ancora da scoprire. Gli scrittori ospitati hanno dichiarato in più occasioni di avere molto amato il dinamismo e la vivacità culturale del capoluogo adriatico, il cui nome è risuonato sulla stampa locale e nazionale e sui siti e i blog dedicati.

Ora, dopo un inverno trascorso ad individuare gli argomenti portanti e gli scrittori e i relatori più adeguati per affrontarli, il comitato direttivo è entrato nel vivo della fase organizzativa dell’edizione 2019. Gli ospiti saranno tutti prestigiosi e di sicuro richiamo. Inoltre, come nella precedente edizione, la rassegna dedicherà uno spazio ad un autore internazionale, quest’anno individuato nel vasto e notissimo panorama del giallo scandinavo, passato in pochi anni da fenomeno di moda a classico del genere.   

Pescara a Luci Gialle porterà in Abruzzo alcuni degli autori più significativi nel panorama noir, giallo, thriller, polar e affini. La particolare costruzione degli incontri, che non si risolvono in mere presentazioni di libri, ma si sviluppano sempre attorno a un tema specifico, fa di Pescara a Luci Gialle una manifestazione unica nel panorama nazionale, apprezzata sia dagli addetti ai lavori che dal pubblico. Fondamentale l’apporto dell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara, che la mattina del 2 maggio ospiterà l’inaugurazione della rassegna, seguite da due mattinate di studi con docenti autorevoli, relatori internazionali e la partecipazione attenta degli studenti. Successivamente, nei pomeriggi dal 3 al 5 maggio, sarà ancora una volta il Museo Vittoria Colonna, nel cuore della città, ad ospitare gli incontri con gli scrittori e con gli altri ospiti della manifestazione. A Pescara a Luci Gialle 2019 si parlerà del fascino del male, di servizi segreti e terrorismo internazionale, di sceneggiati storici e di grandi investigatori; ogni incontro avrà uno o più protagonisti, scelti accuratamente dal comitato direttivo.

Anche nell’edizione 2019 i dirigenti scolastici e i docenti referenti hanno contribuito al progetto promuovendo incontri con gli autori durante l’anno scolastico, attivando laboratori di scrittura e infine realizzando l’esibizione finale dei ragazzi, prevista per la mattina del 10 maggio.

Pescara a Luci Gialle è promosso da Rotary Club Pescara Nord e associazione Numero Zero. La manifestazione è sostenuta dal Comune di Pescara e da alcuni sponsor privati.