CONDIVIDI

“La Processione del Venerdì Santo 2019 ha come obiettivo recuperare 
l’umanesimo cristiano”. Così il parroco di San Giovanni Alta don 
Giuseppe Petrongolo ha presentato la celebrazione che si terrà nel 
centro storico della città venerdì 19 aprile. L’inizio è previsto per 
le ore 19.00, con partenza dalla Chiesa Parrocchiale. Saranno portate 
in processione la Statua del Cristo (di grandezza naturale in legno di 
Cirmolo, dipinto ad olio, opera di Goffredo Moroder della Bottega 
d’Arte di Bolzano) e la Statua della Madonna (di grandezza naturale 
opera della Scuola Napoletana del 1913). Il corteo raggiungerà la 
piazzetta antistante il bar Minichini Claudio per far poi ritorno alla 
Chiesa Parrocchiale.
“Come ogni anno si rinnova la Processione del Venerdì Santo – dice il 
Sindaco Luciano Marinucci – un momento solenne, fortemente aggregante 
e identitario, in grado di richiamare la comunità di San Giovanni 
Teatino e di Sambuceto. I percorsi saranno due, in modo da dare a 
tutti la possibilità di partecipare”.
“Secondo l’antica tradizione popolare anche quest’anno avranno luogo i 
solenni riti della Settimana Santa – dichiara Monsignor Massimo 
D’Angelo presentando il programma previsto per Sambuceto. – Tra questi 
assume particolare visibilità pubblica la Processione del Cristo Morto 
e dell’Addolorata con i Segni della Passione recati da tutte le 
contrade della Parrocchia”. Il programma di venerdì 19 aprile prevede: 
alle ore 15 la celebrazione della Passione che, come la Via Matris 
alle ore 20.00, si terrà presso la Cappella San Rocco. La solenne 
Processione prederà il via alle 20.30 con il seguente itinerario: 
Cappella San Rocco, corso Italia, via Mazzini, via Vittorio Emanuele, 
via Trasimeno, via Lago Maggiore, via Lago di Como, via Aldo Moro, 
corso Italia, piazza San Rocco, Cappella San Rocco.