CONDIVIDI

Quando è stato fermato martedì pomeriggio lungo Via Roma, a due passi da casa sua e dalla locale caserma dei Carabinieri dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ortona, ha provato a giustificare con la necessità di un’improvvisa visita medica l’allontanamento dall’abitazione dove sta scontando in detenzione domiciliare una condanna a 3 mesi per un vecchio reato. Ma è bastata una telefonata al suo medico di fiducia per scoprire che il motivo dell’allontanamento da casa non era sanitario perché lui presso quell’ambulatorio non si era mai recato. Per tale motivo, B.M., 51enne di Ortona, è stato arrestato per evasione. Condotto nella mattinata odierna dinanzi al Tribunale di Chieti, che ne ha convalidato l’arresto, è stato condannato a 10 mesi di reclusione che, se confermato dal Tribunale di Sorveglianza dell’Aquila al quale è stata trasmessa la nuova condanna, probabilmente sconterà presso il proprio domicilio al termine di quella già in espiazione.