CONDIVIDI

Avete mai pensato quanto gli algoritmi dei social che tanto amiamo condizionino la nostra vita? Vi siete mai chiesti quanto nella trasformazione tecnologica il fattore umano, nel bene e nel male, sia determinante? Sapete quanto costa alle nostre aziende l’assenza di inclusione? Sono solo alcuni dei tanti temi che saranno toccati sul palco dell’Auditorium Flaiano il 18 maggio in occasione della seconda edizione del TEDxPescara che, quest’anno, ha scelto proprio il tema “Essere Umano” per sviscerare, in ogni ambito, l’importanza che ancora oggi ha l’uomo dietro ogni processo innovativo.

E se gli algoritmi ci spaventano, c’è anche tanto valore dietro quell’unicità che ci contraddistingue come ha ben spiegato nel corso della conferenza stampa di presentazione del TEDxPescara 2019 svoltasi questa mattina presso l’Hotel Salus di Pescara, il presidente di Confindustria Chieti-Pescara Silvano Pagliuca, partner dell’evento. “Abbiamo dato il patrocinio a questo evento di cui non devo spiegare io l’importanza – ha sottolineato -. Per chi fa impresa il valore dell’essere umano soprattutto in un momento di transizione in cui la tecnologia sta trasformando la società è fondamentale. Oggi Paesi come Germania, Olanda e Norvegia sperimentano la settimana corta e in Italia Bruno Cucinelli impone ai suoi dipendenti di non lavorare oltre le 17.30. Esiste una nuova volontà di rimettere l’uomo al centro e per questo il tema è più che adeguato. Dobbiamo tornare a far vivere il pensiero di Olivetti secondo cui, cito testualmente, “il capitale umano deve servire l’uomo e non viceversa”.

E di capitale umano al TEDx ce n’è tanto. Non solo quello degli speaker, ma anche degli studenti dell’Istituto Manthoné che per il secondo anno consecutivo animeranno la giornata nell’ambito del progetto di formazione alternanza-lavoro. C’erano anche loro questa mattina accompagnati dai professori Leonardo Pantalone e Giuseppe Toletti: “Humans Can First è una parola magica che viaggia da decenni. La concretezza di questo concetto è andata persa nel tempo – ha sottolineato Toletti – , mentre ora si parla di nuovo di ‘umanesimo digitale’. Ci sono grandi aziende che ora investono su questo e la scuola è il portabandiera di quello che è il capitale umano che da noi si forma. I progetti di qualità si fa fatica a portarli avanti, ma siamo contenti di far parte del TEDxPescara e anche quest’anno i nostri studenti saranno parte integrante dell’organizzazione. Un occasione di formazione e conoscenza”.

Tra i nuovi sostenitori e non di minore importanza, l’Ente Manifestazioni Pescaresi che ha messo a disposizione l’Auditorium Flaiano per lo svolgimento dell’evento. “E’ con molto piacere che partecipiamo al TEDx, evento di cui personalmente già da anni seguo le sorti prima che nascesse a Pescara perché lo considero un evento innovativo – ha sottolineato oggi il presidente Angelo Valori -. Quando l’anno scorso è nato qui a Pescara l’ho vissuto con grande piacere e quest’anno. L’argomento prescelto Essere Umano ha una forte suggestione per molti motivi e il suo progetto si inserisce all’interno delle direttive che l’Ente sta seguendo: estendere la sua presenza del tessuto della città promuovendo non solo le manifestazioni storiche, ma anche le novità più interessanti”.

A presentare il programma della giornata, che si articolerà in 3 sessioni di talk intervallati da diversi momenti di networking tra i quali il lunch ed un apericena finale, l’organizzatore Filippo Spiezia, il designer che l’anno scorso ha reso possibile la nascita a Pescara del TEDx e che quest’anno si è avvalso del supporto delle esperte in comunicazione Graziella Core e Cassandra Della Rovere. “Gli speakers di questa seconda edizione sono 13, tra cui due performance, e come sempre sarà la multidisciplinarità a caratterizzare il TEDx”. Si parlerà di storytelling digitale, food, inclusione, viaggi, etica, innovazione, formazione, trasformazione digitale, solidarietà, arte, diversità più tre speech formato TED, il format che ha ispirato la conferenza indipendente”. E c’è anche un bel ritorno: quello di Paola Capatano, giornalista scientifica che dirige il servizio di comunicazione multimediale al CERN di Ginevra che sarà presente con una mostra fotografica che racconterà il suo viaggio in barca a vela ai confini del Polo sulle tracce del dirigibile Italia. Tra i talk da non perdere sicuramente quello di Stella Pulpo, scrittrice, blogger e attivista diventata famosa per le “Memorie di una vagina”. Insomma anche questa seconda edizione sarà un’occasione di “contagio” delle idee più innovative capaci di generare e trasformare il nostro vivere unico che ci rende così “umani”.

Il programma prevede anche un incontro esclusivo, il giorno prima dell’evento, venerdi 17 dalle ore 20 presso Rosarubra Lounge in Via Tiburtina Valeria 318 a Pescara, per la quale sono disponibili ancora pochi biglietti, un apericena in compagnia degli speakers e partners, aperto a 20 partecipanti.

Per ogni informazione e trovare gli ultimi biglietti disponibili per l’evento visitate il sito www.tedxpescara.com