CONDIVIDI

Prosegue l’iter organizzativo per i Mondiali di Beach Handball del 2020. Ieri in Sala Giunta il Sindaco Carlo Masci ha incontrato i rappresentanti della Federazione Italiana Gioco Handball per proseguire l’esame delle problematiche logistiche e per verificare le opportune sinergie con il Comune di Montesilvano e la Regione Abruzzo. All’incontro hanno partecipato l’Assessoreallo sport del Comune di Pescara Patrizia Martelli, l’assessore allo sport del Comune di Montesilvano Alessandro Pompei,il Consigliere regionale Guerino Testa, il Direttore Generale del Comune di Pescara, Tommaso Vespasiano, Il Capo di Gabinetto, dott. Guido Dezio, il responsabile della Gestione degli Impianti Sportivi, Geom. Angelo Giuliante, e in rappresentanza della FIGH, Daniele Sonego e Silvano Seca.

All’importante evento, che si terrà per la prima volta in Italia e che rappresenterà una importante vetrina per il turismo della costa abruzzese, parteciperanno 12 nazioni da tutto il Mondo, che si sfideranno sui campi  di Pescara.

Il Beach Handball, giocato sui campi di sabbia, è uno sport di squadra giovane, nato intorno al 1990 in Italia come variante outdoor del gioco della pallamano.

Le precedenti edizioni delle competizioni mondiali (maschili e femminili) si sono svolte nel 2004 a ElGouma (Egitto), nel 2006 a Rio de Janeiro, nel 2008 a Cadice (Spagna), nel 2010 ad Antalya (Turchia), nel 2012 a Muscat (Oman).

La città di Pescara, con i prossimi Mondiali di Beach Handball, tornerà ad ospitare un grande evento estivo, dopo essere stata, con successo, teatro dell’edizione inaugurale dei Mediterranean Beach Games nell’estate 2015.