CONDIVIDI

Era accecato dalla rabbia B.R. il 27enne di origini albanesi arrestato questa mattina dai Carabinieri della Stazione di Francavilla al mare. Questa mattina si è presentato a casa di una donna moldava di 33 anni residente in città della quale si era invaghito: dopo aver suonato al cancello esterno ed aver ricevuto l’ennesimo rifiuto, l’uomo non ci ha visto più, ha scavalcato la recinzione e si è scagliato contro la donna pugnalandola almeno undici volte all’addome e al petto. E’ stato solo l’intervento provvidenziale del pastore abruzzese di casa che ha impedito che l’uomo arrivasse ad uccidere la padrona, ferendo l’aggressore al capo e alle mani. La vittima è stata soccorsa dal 118 di Chieti, per le lesioni al fegato e ad un polmone ed è stata ricoverata in Chirurgia, ma non versa in imminente in pericolo di vita. I militari di Francavilla al mare hanno immediatamente bloccato e arrestato per tentato omicidio l’albanese, che aveva già buttato il coltello nelle campagne intorno alla casa ed era in procinto di fuggire.