CONDIVIDI

“Accolgo con favore l’approvazione all’unanimità della mozione da me
presentata in Consiglio Comunale e riguardante la questione del
Riparto dello spazio di stazionamento taxi interno allo scalo
dell’Aeroporto Internazionale d’Abruzzo fra i Comuni di Pescara e
Chieti”. Queste le parole del capogruppo dell’Udc al Comune di Pescara
dopo la votazione in assise comunale, con l’approvazione con 29 voti
su 29 del Consiglio, in merito all’Ordine del Giorno presentato dal
consigliere Pignoli
“Quanto avvenuto questa mattina rappresenta un fatto importante che,
se da una parte responsabilizza il Consiglio su una questione spinosa,
dall’altra testimonia la sensibilità dell’intero Consiglio su un
problema serio che in qualche modo deve essere risolto perché ormai si
è preso coscienza del fatto che all’aeroporto d’Abruzzo siano
legittimati a lavorare solo i tassisti pescaresi, e non per questioni
campanilistiche, ma perché se così non fosse, si andrebbe a
giustificare una situazione che legittima non è. Per questo il
Consiglio da oggi mandato all’Amministrazione Comunale di portare
avanti tutte le azioni, anche legali, tramite l’Avvocatura, per poter
arrivare ad una impugnazione del provvedimento regionale firmato dal
presidente della Regione, e in caso contrario a provvedere
all’attuazione di controlli rigorosi e puntuali, da parte della
Polizia Municipale, per arrivare al rispetto del corretto esercizio
della professione da parte dei tassisti non appartenenti al territorio
pescarese. Infine – conclude Pignoli – con il voto compatto arrivato
dai consiglieri di centrodestra e in particolare di quelli di Fratelli
d’Italia – auspico un ripensamento e un passo indietro da parte del
presidente della Regione, affinché si arrivi alla revoca
dell’assegnazione dei due stalli per i tassisti teatini all’aeroporto
d’Abruzzo”.

CONDIVIDI