CONDIVIDI

Continuano senza sosta i controlli della Polstrada sul trasporto professionale e in particolar modo sul trasporto di sostanze alimentari. Controlli importantissimi in quanto, come afferma il Comandante della Polstrada Fabio POLICHETTI, mirano a garantire la piena salubrità e il pieno rispetto delle norme igienico sanitari di alimenti che finiscono quotidianamente sulle nostre tavole.

Ed è proprio nei giorni scorsi, che una pattuglia del Distaccamento di Lanciano, durante un posto di controllo sulla SS. 16, nei pressi del comune di Ortona, fermava un furgone condotto da un di 66 anni, residente  a Vasto.

In seguito al controllo dei documenti, la pattuglia chiedeva di poter verificare il vano destinato al trasporto della merce, una volta aperto il portellone ecco la sorpresa. L’interno del mezzo era alquanto fatiscente con sporcizia e ruggine dappertutto, e lo stesso trasportava, senza alcune confezione e a contatto diretto con lo sporco vari generi alimentari: una porchetta intera, circa 6 kg di salsicce in buste di plastica aperte, 100 panini e una vaschetta aperta di carne di maiale; ma a peggiorare la situazione è stato il fatto che tali prodotti alimentari venivano trasportati insieme  ad altre merci che potevano seriamente compromettere l’integrità e la salubrità dei prodotti come bombole di gpl, panche pieghevoli, sedie, confezioni di carbone da fuoco, una tanica di benzina e tanto altro.

I prodotti alimentari erano diretti alla ristorazione ambulante nelle varie zone del Chietino e nel comune di Montenero di Bisaccia (CB).

Gli agenti della Polstrada, accertato quindi il forte stato di degrado, con il quale venivano trasportati i generi alimentari, hanno provveduto a contattare l’ASL competente che ha proceduto al sequestro di tutta la merce trasportata.

Pesantissime le sanzioni contestate al conducente, con verbali per oltre  mille euro.