CONDIVIDI

Militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale – NIPAAF di Pescara, a seguito di segnalazione di un privato cittadino e di apposito sopralluogo, hanno sottoposto a sequestro, già convalidato dal PM, Dott. Paolo Pompa, un’area demaniale lungo il Fiume Fino ed hanno presentato alla Procura della Repubblica di Pescara una denuncia a carico di ignoti.

Si tratta di una discarica abusiva, di circa 1.200 m2, situata in prossimità della strada comunale “Cocciagrasso” di Elice (PE), costituita da cumuli di rifiuti pericolosi e non pericolosi, tra cui centinaia di lastre tipo “Onduline” anche in frantumi, presumibilmente con presenza di amianto, parti di mobilio, di elettrodomestici, di autovetture e rifiuti urbani.

L’area sequestrata è stata data in custodia giudiziaria al Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Elice (PE).

Oltre alla caratterizzazione dei rifiuti, che avverrà con l’intervento dell’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente – ARTA Abruzzo, ed avendo trovato tra i rifiuti dei riferimenti particolari a ditte o persone, si procederà ad effettuare ulteriori accertamenti per trovare i responsabili del reato.

“La gestione dei rifiuti”, ha affermato il Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, “sta assumendo un’importanza sempre maggiore, come dimostra questa ennesima violazione al Decreto Ambientale del 2006”.