CONDIVIDI

Per il terzo anno consecutivo L’associazione culturale “Spirito del tempo” organizza l’evento denominato “Tempi Moderni – Festival del Novecento”, presso il Circolo Aternino, in Piazza Garibaldi a Pescara, dal 19 al 24 novembre 2019, grazie al patrocinio del Comune di Pescara – Assessorato alla Cultura.

Protagonista del festival è il novecento, il ventesimo secolo, il secolo della modernità, con le sue tante anime, le sue tante culture, le correnti artistiche, i momenti storici, dai suoi esordi fino alle influenze esercitate sul presente, fino a toccarne le possibili propaggini verso il futuro. Senza spirito nostalgico né con toni museali, ma con un pizzico di divertita sfrontatezza, Tempi Moderni è un festival in cui il ‘900 viene raccontato dal nostro presente, da scrittori, illustratori, artisti, accademici, fotografi, fumettisti, musicisti, ricercatori, creativi tecnologici e di varia estrazione, incanalati in percorsi che a volte si intersecano, a volte si confrontano reciprocamente, a volte si contrappongono, ma sempre colti nel loro essere materiali del nostro immediato presente.

Sei giorni dedicati a presentazioni di libri; mostre di fotografia, illustrazione e fumetto; laboratori e incontri su cinema, musica, arte, storia; spettacoli e performance musicali e teatrali; una sezione tecnologica e videoludica; momenti interattivi (workshop e laboratori creativi per adulti e bambini);

Un festival che nasce dall’esperienza dell’associazione culturale “Spirito del Tempo”, che dal 2009 si impegna a promuovere e organizzare il format “Tweed Ride. La pedalata urbana con stile” (www.tweedride.it). Manifestazione che negli anni è stata ospitata nelle più importanti città italiane, in cui appassionati di bici e abbigliamento d’epoca primo ‘900 si danno appuntamento per incontrarsi e percorrere le vie delle città sui loro velocipedi portando gioia e sorrisi a suon di campanelli.

Da quella esperienza nasce la voglia di estendere quella sensibilità ad un evento festivaliero eclettico e coinvolgente, ospitato in una città dalla identità profondamente novecentesca

L’idea di fondo è quella di ripetere in piccolo l’atmosfera delle grandi esposizioni di primo novecento, dando vita a un caleidoscopio di momenti di scoperta e aggregazione tra il cittadino ed il tessuto urbano pescarese, in una sede quale il Circolo Aternino, cuore del Festival, luogo che fu cenacolo artistico scelto da personaggi come D’Annunzio, Flaiano, Cascella, Pepe, Michetti, edificio che fa risalire la sua edificazione agli anni dell’unità d’Italia, adiacente alla più famosa Casa di D’Annunzio.

Il doppio manifesto di questa edizione è un’opera concepita in esclusiva per Tempi Moderni dall’artista “Foto Marvellini”, un connubio fulminante tra la fotografia degli albori del ‘900 e il cinema di fantascienza (Blade Runner), cha da solo racconta lo spirito del festival.

programma completo quotidiano su:  www.festivaldelmoderno.it

didascalie foto allegate:  due  opere di Foto Marvellini, ispirata ai personaggi di Blade runner

 ARGOMENTI E TEMATICHE

•                    Omaggio al Bauhaus, nell’arte e nell’architettura e nella musica, a un secolo dalla nascita.

•                    Omaggio al film culto di fantascienza Blade Runner, ambientato nel novembre 2019, e al romanziere che lo ha ispirato, Philip K. Dick, con cineforum e sonorizzazioni dal vivo

•                    Omaggio a Gianni Rodari, e presentazione dell’anno Rodariano, dal gennaio 2020

•                    Omaggio al progettista e visionario pescarese Vittorio Verrocchio, di cui abbiamo ritrovato i plastici esposti negli anni 50,60 nelle vetrine dell’attuale Hotel Esplanade, allora Palazzo Verrocchio. Nei giorni del festival esporremo nelle vetrine dell’Aternino quei progetti visionari ed eccentrici, permettendo alla cittadinanza di ritornare a stupirsi per quelle visioni, allo scopo di sollecitare chi ne ha memoria o lasciti di Verrocchio di fornirceli e illuminare nuovamente la sua figura.

•                    Laboratori tutte le mattine dalle 09.30 alle 13.00 dedicati ai bambini dai 4 ai 10 anni a cura dell’Associazione “Officina TIME”, gratuiti per bimbi delle classi primarie, coi seguenti titoli: “l’antico mestiere dello speziale”; “realizziamo a mano il quaderno di tanto tempo fa”; “riscopriamo il piacere della bella calligrafia con il calamaio”

•                    Tweed Ride Italia “La pedalata urbana con stile” nella Pescara liberty

 OSPITI:

·         Carlo Pagetti. Uno dei più importanti esperti di fantascienza in Italia. Massimo esperto di Philip K. Dick, docente di Letteratura inglese contemporanea e Cultura anglo-americana presso l’Università degli Studi di Milano. Ha pubblicato saggi e monografie sul romanzo inglese e nord-americano, l’utopia e l’immaginario scientifico, i generi narrativi novecenteschi e gli studi culturali. Ha curato e tradotto di William Shakespeare la trilogia dell’Enrico VI (Garzanti) e l’Otello (Einaudi). Dal 2000 è il curatore dell’edizione completa in traduzione italiana delle opere narrative di Philip K. Dick per ed. Fanucci.

·         Carmine di Giandomenico: disegnatore di fumetti, di Teramo, ma noto e stimato a livello internazionale per aver disegnato per le due più importanti case editrici americane di fumetti, Marvel e DC Comics, per la più importante in Italia, Bonelli (Dylan Dog) e autore di una Graphic novel, “Leone” (ed. Shockdom) appena presentata al Festival del cinema di Venezia e Lucca Comics e che noi presenteremo per la prima volta a Pescara.

·         Francesco Colafella: coautore di “Leone”, disegnatore e autore di fumetti docente dell’Accademia del fumetto di Pescara

·         Stefano Taglietti: Stefano Taglietti: Musicista, fra i più riconosciuti e affermati compositori a livello internazionale; Docente di composizione del Conservatorio di Foggia, ( sez.di Rodi Garganico); coordinatore del festival di musica contemporanea MusAnima per l’Orchestra Sinfonica Abruzzese.

·         Raffaele de Ritiis: uno dei massimi esperti internazionali di teatro circo, regista teatrale e curatore di Funambolika

·         Paolo Zardi: romanziere, tra i finalisti del Premio Strega, da molti considerato il migliore autore di racconti in Italia.

·         Cristò Chiapparino presenta il suo ultimo romanzo, “la meravigliosa lampada di Paolo Lunare” (ed Terrarossa), tra le voci più interessanti, sorprendenti, sofisticate e sperimentali della scena letteraria indipendente italiana

·         Massimo Palladini: architetto, ex presidente ordine architetti Pescara, esperto di architettura Bauhaus

·         Franco Summa: artista con una particolare attenzione al tema ambientale sia urbano che domestico, invitato tre volte alla Biennale di Venezia, due volte alla Triennale di Milano, ha presente coi suoi lavori di Arte Ambientale a Roma, Parigi, San Paolo del Brasile, Vienna, Regensburg, Milano, Kassel

·         Ilaria Filograsso: Professore Associato al Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze sociali dell’università di Chieti-Pescara, dove insegna Storia della pedagogia e Letteratura per l’infanzia e l’adolescenza.

·         Enzo Verrengia, tra i migliori italiani nell’ambito thriller, giallo, noir, fantascienza, presenta l’e-book “Morte a Venezia” della neonata collana Delos Digital, casa editrice diretta da Franco Forte.