CONDIVIDI

I Carabinieri sono intervenuti all’interno del Parco della Majella, in Rapino, località Forcaturo, ove molti giovani con dieci camper, altrettante macchine e tende disposte a raggiera si stavano predisponendo per un rave party.  I militari si sono trovati davanti ad un vero e proprio evento con tanto di chioschi per la vendita di panini organizzato probabilmente con il tam tam sui social media che coinvolgeva giovani e giovanissimi provenienti da molte regioni d’Italia. Dopo una incisiva attività di mediazione, durata qualche ora, sono stati tutti identificati e denunciati per invasione di terreni aggravata dall’esistenza del vincolo paesaggistico. A dare uno scossone all’attività di sgombero, sono stati anche i tre arresti effettuati dai Carabinieri, che insospettiti dal comportamenti di tre ragazzi, due stranieri e un italiano, li hanno perquisiti e trovati in possesso di circa 100 grammi di sostanze psicotrope anche di natura sintetica, come “speed” e “MDMA”.  Due, da ieri sera su disposizione del PM di turno Dott. Giuseppe Falasca, si trovano a Madonna del Freddo e il terzo, più giovane, è stato condotto agli arresti domiciliari a Pescara.

CONDIVIDI