CONDIVIDI
Nel corso dei servizi preventivi finalizzata al contrasto della vendita, in prossimità delle festività di fine anno, di artifici pirotecnici illegali, oggi a Chieti, nel corso dei citati controlli, i Carabinieri della Stazione di Chieti Principale unitamente agli artificieri del Comando Provinciale di Chieti hanno sorpreso una 63enne del luogo che, all'interno di un box prefabbricato, stava commercializzando materiale pirotecnico e fuochi d’artificio in assenza di qualsiasi autorizzazione alla vendita.  I militari hanno rinvenuto e sottoposti a sequestro ben 104 candelotti pericolosi, confezionati artigianalmente e sprovvisti di qualsiasi indicazione di fabbrica. Nel corso dell’attività ispettiva sono stati sequestrati  oltre 90 kg di artifizi pirotecnici, in parte di illecita detenzione e vendita ed in parte materiale pirotecnico regolare di libera vendita detenuto in un luogo non idoneo ed in assenza di alcuna autorizzazione di pubblica sicurezza. 
Il rivenditore, pertanto, è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per commercio abusivo di fuochi artificiali.