CONDIVIDI

E’ stata presentata questa mattina presso la sala giunta del Comune di Pescara

l’istituzione del nuovo Albo comunale delle associazioni di Protezione civile, così come previsto dalla delibera del Consiglio comunale del 10 dicembre scorso e in applicazione su base locale delle relativa norma regionale. Le associazioni, anche in forma di coordinamento, possono aderire e rispondere all’avviso pubblico –

pubblicato da oggi all’albo pretorio – avendo però i requisiti previsti dall’articolo 4 del Regolamento a sua volta approvato dall’assise civica. La delibera e il relativo regolamento, oltre alla istanza di iscrizione, sono reperibili sul sito del Comune di Pescara (www.comune.pescara.it).

<L’obiettivo – ha detto l’assessore alla Protezione Civile Eugenio Seccia – è quello di migliorare l’efficienza del servizio e migliorare quindi i protocolli operativi avendo però ben presenti le dotazioni tecniche e le capacità d’intervento delle singole associazioni in caso di eventuali emergenze. Preciso che si tratterà di associazioni che sono comunque già in possesso di un’iscrizione all’Albo regionale e quindi affidabili sotto molteplici aspetti. Altro fattore importante è che questo avviso – che è stato pubblicato questa mattina – ha previsto che per entrare nell’Albo non sia necessario avere qui a Pescara la sede legale ma basta avere qui la propria sede di attività>.

Nella circostanza l’amministrazione ha anche reso noto altri elementi del programma di Protezione civile, a cominciare dalla volontà di coinvolgere gli istituti scolastici cittadini per la crescita della cultura della protezione civile e per ampliare la platea di quanti vogliono impegnarsi a servizio della collettività. Si sta inoltre

lavorando a un’APP che sarà disponibile per collegare tutti i cittadini alle centrali operative nelle emergenze.

<Le associazioni in caso di emergenza faranno comunque sempre riferimento al COC di Pescara – ha concluso Seccia – e in questo senso mi ritengo molto soddisfatto per il lavoro che con il mio ufficio stiamo portando avanti per dare sempre maggiori risposte alla richiesta di sicurezza della nostra popolazione>.

Le domande delle singole associazioni – anche in coordinamento – dotranno essere presentate entro il 12 febbraio.