CONDIVIDI

Il resoconto con il quale, dalle pagine Facebook il Sindaco di San Giovanni Teatino, ha riportato alla città la situazione Covid-19 presso la RSA/RP VILLA SAN GIOVANNI è solo servito a far indignare tutti.
Marinucci riporta che nella struttura erano stati effettuati controlli a sorpresa da parte della ASL,con tamponi a campione e che la struttura, adesso, è in gestione alla Protezione Civile.

La RSA/RP VILLA SAN GIOVANNI però risponde per le rime. Per la RSA è inaccettabile quella descrizione e, riportando date ed eventi, fa il quadro esatto della situazione. “Non si è trattato di un controllo a campione o a sorpresa, ma di una nostra precisa richiesta fatta ad Asl a titolo precauzionale; non avevamo nessun ospite con chiari sintomi riconducibili a sospetto Covid al momento della richiesta”. Inoltre la RSA precisa che “i tamponi sono stati fatti scegliendo 5 ospiti che in quella specifica giornata avevano manifestato una temperatura corporea di qualche decimo superiore alla norma” e conclude chiarendo che“la nostra struttura non è stata in alcun modo affidata alla Protezione Civile!”.

Unanime anche il coro indignato che si leva delle opposizioni per le quali è lampante il tentativo che fa Marinucci nel cercare di accaparrarsi meriti che non ha. Le opposizioni si chiedono come può il Sindaco avere il coraggio di affermare che ”le sue azioni sono servite ad accelerare prassi già in moto” quando è chiaro a tutti che non aveva la più pallida idea dello stato dei fatti. Per Costantini, gruppo INSIEME, “Credo che il nostro paese abbia bisogno di altro e non di spot propagandistici soprattutto in questo momento”. Anche Martelli, gruppo CDX, “Nulla di nuovo il solito Marinucci che racconta film che ha visto solo lui e guarda caso i cattivi sono sempre gli altri.”Conclude Cutrupi, gruppo M5S, “L’ennesima dimostrazione di inadeguatezza sotto ogni punto di vista da parte di un Sindaco che, in una situazione del genere, pensa solo ad apparire”

Crediamo, concludono le opposizioni, che la RSA/RP VILLA SAN GIOVANNI meriti delle scuse da chi ne ha sminuito l’operato. Da parte nostra va, a tutti gli operatori, un gesto di stima e vicinanza per l’elevato valore del loro contributo in questo difficile momento.