CONDIVIDI
cof

“Ufficializzo convintamente il mio ingresso in Fratelli d’Italia, partito politico che rispecchia appieno i valori in cui ho sempre creduto, in primis quelli della legalità e dell’onestà”. Così, Guido Di Bartolomeo, sindaco del Comune di Bolognano, ha esordito oggi pomeriggio in conferenza stampa motivando la sua adesione al partito di Giorgia Meloni. “Già simpatizzante prima della mia elezione – ha dichiarato –  ma il grande sostegno ricevuto dal presidente Marco Marsilio e dal consigliere regionale Guerino Testa,  durante la campagna elettorale e soprattutto dopo, rendendosi sempre disponibili ad ascoltare le problematiche del mio territorio ed a recepire le nostre istanze, ha fatto si che io inquadrassi con precisione la mia appartenenza politica. Una scelta, che era nell’aria da diversi mesi , dettata da ragioni di coerenza perché credo che questo partito cresca giorno dopo giorno grazie alle risposte concrete che riesce a fornire agli italiani, e solo un movimento con una identità forte può riuscire a tutelare gli interessi dei singoli territori, soprattutto quelli più piccoli come il mio.  Sono alla mia prima esperienza politico-istituzionale ma, vi assicuro,  molto motivata e richiesta proprio dalla gente della mia terra che langue a causa di una politica ventennale, firmata PD, totalmente fallimentare. Politiche sociali e giovanili, turismo, commercio ed artigianato, e ancora, interventi pubblici, sicurezza e non ultimo l’ambiente, con in cima la battaglia sul sito ex Montecatini, sono  i punti salienti del mio programma di lavoro che auspico di poter portare a termine, grazie al supporto della Regione.  Alla base di tutto – ribadisce Di Bartolomeo – i presupposti imprescindibili di trasparenza , legalità, moralità e partecipazione dei cittadini. Una selezione naturale potrei definire il mio passaggio in Fratelli d’Italia che accomuna anche il mio vicesindaco, Alelaide Chiacchia, e i due consiglieri Vincenzo Nuccitelli e Toni Capitanio”. Ai quattro amministratori di Blognano, si aggiunge una quinta adesione: Pierluigi Silvestri, consigliere al Comune di Carpineto della Nora.

Ad accogliere i nuovi membri nel partito, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, il capogruppo in consiglio regionale, Guerino Testa ed il coordinatore provinciale, Stefano Cardelli che ha moderato l’incontro. Bolognano rappresenta una grande scommessa vinta  –  ha affermato Marsilio – poiché è storicamente una roccaforte che per espugnare occorreva un uomo di peso ed un gruppo ben coeso, al quale do il benvenuto nella comunità di Fratelli d’Italia. Un territorio, sul quale c’è molto da lavorare, daremo risposte che si attendono da troppo tempo, a partire dal tema della bonifica del Sin di Bussi che coinvolge gran parte della Val Pescara, sui cui c’è ancora da indagare. Ci stiamo impegnando e combatteremo al massimo,a testa bassa, affinché il risanamento delle aree inquinate avvenga il prima possibile per la tutela ambientale e della salute dei cittadini. Fratelli d’Italia – ha aggiunto il Presidente –  sta crescendo molto e non è una crescita virtuale, lo spessore della nostra proposta politica, la credibilità e l’autorevolezza  del nostro presidente nazionale Giorgia Meloni,  stanno sempre più conquistando apprezzamenti. Dopo una lunga incubazione la gente si convince e condivide la capacità di tenere posizioni coerenti, che non variano al cambiare del vento ,che non vengono assunte in modo strumentale, che non sempre appaiono immediatamente popolari ma che nel tempo mostrano tutta la solidità di un progetto politico serio. Ben dodici istituti di sondaggi danno il nostro partito oramai dal 14 al 17 per cento,  c’è chi lo colloca già sopra i 5 stelle , perché Fdi è un grande partito di popolo ma che ha anche delle radici ben piantate sul territorio. Ciò significa essere una forza reale , le persone sanno con chi parlare e da chi ottenere risposte,  ed è questo che fa la differenza, perché la politica autentica si deve continuare a fare così”. “L’entrata in Fratelli d’Italia del sindaco Di Bartolomeo e degli altri quattro amministratori ci inorgoglisce – ha commentato Testa – e di sicuro rafforza i territori, che diventano più sinergici per un’azione potenziata sulle problematiche da affrontare e sui numerosi temi legati allo sviluppo. Sul fronte del Comune di Bolognano, ora i riflettori sono puntati sul grande disastro ambientale del sito ex Montecatini , sul quale ci adopereremo incessantemente per offrire risposte concrete ,che per troppi anni le amministrazioni precedenti non hanno danno, ai territori ingiustamente vessati”.  

 “Fratelli d’Italia non arresta la sua crescita nella provincia di Pescara – ha evidenziato Cardelli – dopo il lungo periodo di lockdonw torniamo a festeggiare l’arrivo di nuovi amministratori. Di Bartolomeo è il secondo sindaco, dopo Matteo Perazzetti di Città Sant’Angelo, ad entrare a far parte della nostra grande squadra che – precisa – non nasconde l’ambizione di diventare il forte punto di riferimento della coalizione di centrodestra. Prossimamente annunceremo ulteriori importanti ingressi nel nostro partito, anche provenienti dalla società civile – ha concluso –  sempre mantenendo quella linea di coerenza fatta di valori e provenienza che da sempre contraddistinguono il nostro solido movimento politico”.