CONDIVIDI

Le Olimpiadi di matematica erano una delle sue attività preferite tra i banchi di scuola. Forse perché sfidavano il suo genio matematico, mettendolo alla prova a suon di quesiti a risposta chiusa, numerica o dimostrativa. Conquista il podio Samuele Vicario, un ex studente del Liceo scientifico Galileo Galilei. Questa volta incide in lettere bronzee il suo nome tra quelli dell’Olimpo dei ragazzi delle scuole superiori del territorio italiano che erano riusciti a passare le semifinali. E avevano avuto il passpartout per una gara nazionale, che il lockdown aveva fermato lo scorso maggio, ma che si è poi disputata alcuni giorni fa.  Allenato dalla prof.ssa Tiziana Pompa, Samuele, che dice di avere una  passionesmodata per i quiz di matematica e fisica, ha sbaragliato con determinazione gli avversari, mantenendo alta la tradizione del Galilei di riportare a casa delle medaglie.E con il bronzo al collo, è ora tornato a Spoltore, da dove segue le lezioni online della facoltà di matematica di Pisa. Pronto a farsi onore anche nel percorso universitario.“Non posso fare a meno di esprimere tutta la mia soddisfazione – commenta il dirigente scolastico del Liceo Galilei, prof. Carlo Cappello – Il risultato di Vicario non solo galvanizza il genio matematico di un ragazzo di diciannove anni, ma consegna alla scuola un importante riconoscimento per il lavoro svolto. Si tratta di un traguardo che mette i docenti di fronte a una nuova sfida: coltivare con più accuratezza possibile la fertile mente di un giovane matematico affinché la scintilla della passione continui sempre a restare accesa e diventi, domani, il suo lavoro”.

CONDIVIDI