CONDIVIDI

“Organizzare un Concerto di Natale in un periodo storico di pandemia sanitaria, con il teatro doverosamente vuoto, puntando solo sulla diretta streaming era una scommessa. Che abbiamo vinto, stando agli oltre duemila spettatori che ci hanno seguito per tutto il tempo, inviando applausi virtuali e attestati di stima, ma soprattutto partecipando esattamente come se avessero avuto la possibilità di essere in sala a cantare con noi. E il successo del tradizionale Concerto di Natale – A Christmas Tale che ieri sera ha riportato la musica nell’Auditorium Flaiano, all’interno del cartellone del Fla, testimonia quanto sia viva l’arte e la voglia di fare arte nella nostra città e nella nostra regione, arte che siamo certi ricomincerà a pulsare nel 2021 quando tutti ci saremo lasciati alle spalle un anno buio con le sue tempeste”. Lo ha detto il Maestro Angelo Valori commentando il successo del concerto con il Medit Voices svoltosi nell’Auditorium Flaiano, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Abruzzo. Ad aprire l’evento, presentato dal patron del Fla Vincenzo D’Aquino, sono stati i videosaluti inviati dal Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e dal sindaco di Pescara Carlo Masci. “Nonostante le difficoltà che stiamo vivendo – ha detto nel proprio saluto il Presidente Sospiri – abbiamo ritenuto importante offrire un momento di serenità con Angelo Valori & Medit Voices, la nostra strenna natalizia agli abruzzesi e, al tempo stesso, l’invito a guardare al futuro con speranza e fiducia”.

“Neanche il Covid-19 è riuscito a fermare quella che è una delle tradizioni storiche per l’Abruzzo e, più in generale, per la città di Pescara – ha spiegato il maestro Angelo Valori -, ovvero il Concerto di Natale, un momento in cui è stata la musica a farla da padrona aiutandoci ad assaporare le sensazioni del periodo che l’arte deve recuperare, ancor di più oggi, quando la pandemia prima e le difficoltà, anche economiche, causate poi dall’emergenza sanitaria, rischiano di offuscare, di spegnere un momento che invece dev’essere di pace, di comunione e di solidarietà. E sono questi i tre valori che pure dovremo recuperare in un anno che lascerà poco spazio agli incontri, alla socializzazione, alle strette di mano e agli abbracci. E allora ‘A Christmas Tale’ è stato concepito come un grande abbraccio che tutto il mondo dell’arte vuole rivolgere al territorio, pensando, innanzitutto, a chi più ha perso a causa del Covid-19, e a chi sta attraversando una tempesta imperfetta tentando di non farsi sommergere dalle onde, ma piuttosto di restare a galla. Per questa ragione, peraltro, durante il concerto, trasmesso in diretta streaming, abbiamo reso possibile fare donazioni a favore di una delle categorie più duramente colpite dalla crisi epidemiologica, sociale ed economica, ossia quella dei Tecnici Audio-Video, riuniti nell’Associazione Regionale Service Abruzzo, Iban IT71X0307502200CC850084904.”.

Poi spazio alla musica: ‘A Christmas Tale’ ha riproposto alcuni dei più celebri brani del repertorio natalizio insieme a capolavori del repertorio Soul/Funk internazionale, eseguiti in maniera originale con arrangiamenti vocali nuovi ed eleganti. Il repertorio è molto popolare, ma nello stesso capace di soddisare i gusti più raffinati. Tra i brani ci sarannsi sono susseguiti ‘Dancing in the street’ di Marvin Gaye e William Stevenson, ‘Stand by me’ di B.B. King, ‘Ain’t no mountain high enough’ di Marvin Gaye, ‘I say a little prayer’ di Burt Bacharach e Hal David, ‘Moonriver’ di Johnny Mercer ed Henry Mancini, ‘September’ di Al McKay e Maurice White), la celeberrima ‘Hallelujah’ di Leonard Cohen, ‘Joyfull Joyfull’ di Ludvig Van Beethoven, ‘Happy’ di Pharrel Williams, ‘All I want for Christmas’ di Mariah Carey, ‘Let it snow’ di Jule Styne e Sammy Cahn, ‘Jingle Bells’ di Pierpont, ‘White Christmas’ di Irving Berlin, ‘Jingle Bells Rock’ di Beal e Boothe, e ‘So this is Christmas’di John Lennon e Joko Ono. Nel corso dell’evento, trasmesso in diretta streaming attraverso la pagina Facebook istituzionale Visit Abruzzo si sono registrate circa 2mila 200 connessioni simultanee del pubblico che ha assistito al concerto.

Angelo Valori & Medit Voices è un gruppo che nasce nell’ambito di un progetto di produzione e ricerca del Conservatorio di Pescara. I gruppi, che hanno un organico e un repertorio unico in Italia, sono composti da diplomati del Dipartimento di Popular Music e di Jazz e, nonostante la recente formazione, si sono già esibiti in oltre sessanta concerti in teatri e festival, raccogliendo sempre un entusiastico consenso con il loro repertorio internazionale rielaborato in nuovi arrangiamenti sempre molto coinvolgenti. Nel 2016, in seguito allo straordinario concerto tenuto a Pescara alla presenza di Mogol, sono stati invitati a prendere parte alla trasmissione di RAI 1 “Viva Mogol”. Da allora il gruppo, diretto da Angelo Valori, si è esibito in diverse occasioni insieme allo storico autore.

Angelo Valori, compositore, direttore d’orchestra, produttore e insegnante. Le sue composizioni sono registrate su diversi CD, tra i quali Notturno Mediterraneo (Egea Records, con Gil Goldstein e Gabriele Mirabassi), Dove volano gli angeli (Wide Sound, con Bob Mintzer e Fabrizio Bosso), e Il Caffè Dalle Americhe (Wide Sound, con Javier Girotto). La sua musica è stata eseguita nei più importanti festival europei e trasmessi dalle più importanti Televisioni e Radio europee. Ha diretto musiche di Rota, Piazzolla, Part in un CD dell’Adriatico Ensemble ed eseguito con John Patitucci, in prima mondiale, le sue “Variazioni” per Basso Elettrico ed Orchestra d’archi. Ha composto le musiche per lo spettacolo di danza “Cleopatra”, rappresentato nell’ambito della stagione 2008 del Teatro dell’Opera di Roma. Direttore artistico del Pescara Jazz Festival; dal 2001 al 2013 direttore artistico del Festival Spoltore Ensemble; dal 1993 al 2012 direttore artistico dell’ECAMLAB per la quale ha prodotto più di 30 CD nell’ambito dei nuovi linguaggi musicali; Direttore del Teatro Massimo e Teatro Circus di Pescara (2003-2011), è stato Consigliere e Amministratore Delegato dell’Ente Manifestazioni Pescaresi (1999-2008), del quale dal 2017 è Presidente. Dal 2018 Vice presidente di I-Jazz, associazione dei Festival Jazz Italiani. Nel 2017 è stato coordinatore nazionale di un progetto speciale del MIBACT per studenti dei Conservatori organizzato dal CET di Mogol, per il quale cura i Progetti speciali e le relazioni internazionali. E’ diplomato in composizione e direzione d’orchestra presso i Conservatori di Pescara e L’Aquila, oltre che presso l’Accademia Musicale Pescarese, dove ha seguito i corsi di Mario Gusella e Donato Renzetti. Ha conseguito il Master in Arranging and Orchestration presso il Berklee Music di Boston. Titolare di cattedra presso il Conservatorio statale di musica di Pescara, dove dal 2007 al 2017 è stato coordinatore delle Scuole di Popular Music e Jazz, tiene i corsi di Composizione Pop-Rock e Film Scoring. Tiene regolarmente Masterclass, Clinic e Concerti presso prestigiose Istituzioni Europee e Americane: Berklee College di Boston; Columbia College di Chicago, dove è stato invitato più volte come “Guest Artist in Residence”; KunstUniversitat di Graz; PopAkademie di Mannheim; Royal College di Stoccolma; Conservatorium van Amsterdam; HKU Utrecht (Progetto House of Europe). E’ stato membro del Learning Outcomes Working Group dell’AEC – Associazione Europea dei Conservatori.

CONDIVIDI