CONDIVIDI

A Spoltore si è concluso il secondo screening di massa con tamponi rapidi aperto a tutta la popolazione: 68 i positivi registrati, oltre 4500 i test effettuati. In contemporanea si è tenuto anche uno screening sulle scuole, con percentuali di partecipazione oltre il 90%, che ha individuato 3 positività. Nel dettaglio le classi della primaria in via Di Marzio e Caprara hanno contato 178 negativi, via Bari 199 negativi e un positivo, la media Dante Alighieri 449 e 2 positivi. “Ringrazio ancora una volta la città e il personale che si è impegnato per rendere possibile quest’importante iniziativa di prevenzione” sottolinea Di Lorito. “I dati sono preoccupanti ma mostrano anche una crescita moderata della circolazione del contagio rispetto a gennaio, anche perché 26 dei positivi al nostro screening sono in realtà residenti in altri comuni che hanno effettuato il test da noi”. L’iniziativa ha dato seguito alle preoccupazioni che da fine gennaio interessano l’area metropolitana. In particolare il presidente della Regione Marco Marsilio, con una nota a fine gennaio, nell’aggiornare l’attuale andamento del contagio epidemiologico invitava i Sindaci dei quattro comuni appartenenti all’ambito metropolitano di Pescara a continuare le attività di screening della popolazione, concentrandola soprattutto in ambiti specifici come per esempio le scuole, che mostrano maggiori preoccupazioni, ed inoltre adottare con ancora maggior vigore tutte le cautele del caso, a cominciare dal rigoroso rispetto delle regole vigenti, e a metter in campo ogni strumento utile. “Stiamo vivendo il momento più difficile dall’inizio della pandemia, almeno per quanto riguarda l’Abruzzo. Speriamo di poter registrare il più presto possibile una tregua, per questo chiedo pazienza ai cittadini. Mascherine, distanziamento e attenzione all’igiene delle mani sono fondamentali, ma in questo momento dobbiamo anche ammettere che stanno mostrando di non essere sufficienti. Chi può resti a casa, limitando il più possibile contatti con persone non conviventi”.

CONDIVIDI