CONDIVIDI

Cerimonia sobria, ma solenne a Pescara per le celebrazioni del 4 novembre. In via Milite Ignoto scoperta una targa per l’anniversario dei 100 anni

Nel centenario esatto della traslazione delle spoglie del Milite Ignoto all’Altare della Patria, a Roma, la città di Pescara ha reso omaggio alla figura del soldato senza nome che simboleggia tutti i caduti in guerra. Dopo la cerimonia istituzionale in piazza Garibaldi, il sindaco Carlo Masci e il presidente del Consiglio comunale Marcello Antonelli hanno scoperto un cartello in omaggio al Milite Ignoto proprio nella via a esso dedicata:

«In ricordo

del 100° del Milite Ignoto

cittadino onorario di Pescara

eroe senza nome e simbolo

del sacrificio dei soldati italiani

per l’unità della Patria»

Il sindaco aveva accolto da subito l’invito del Gruppo delle medaglie d’oro al valor militare d’Italia (Progetto “Milite Ignoto, Cittadino d’Italia”) pervenuto attraverso il generale di brigata Carlo Cerrina, comandante Regione carabinieri Abruzzo-Molise e il colonnello Eduardo Gambardella, fino a poco fa comandante provinciale di Pescara, per celebrare il centesimo anniversario del Milite ignoto concedendo a esso la cittadinanza onoraria.